Dieci anni fa la Thyssen a Torino, oggi la Lamina a Milano

Redazione di Operai Contro, i sindacati CGIL-CISL-UIL hanno avuto la loro processione, ma continuano a dire cazzate Il segretario generale della Cgil Susanna Camusso ha detto: “Quando succedono incidenti come questo e non se ne riescono a capire le cause – ha continuato Camusso – si nota un accumulo di disattenzione generalizzata sul tema della sicurezza sul lavoro. L’orrore di queste tragedie è dato anche dalla sensazione che queste morti sono figlie della disattenzione, e del fatto che si considera sempre la sicurezza come uno dei tanti costi della produzione e non come la salvaguardia della vita delle persone, […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

i sindacati CGIL-CISL-UIL hanno avuto la loro processione, ma continuano a dire cazzate

Il segretario generale della Cgil Susanna Camusso ha detto: “Quando succedono incidenti come questo e non se ne riescono a capire le cause – ha continuato Camusso – si nota un accumulo di disattenzione generalizzata sul tema della sicurezza sul lavoro. L’orrore di queste tragedie è dato anche dalla sensazione che queste morti sono figlie della disattenzione, e del fatto che si considera sempre la sicurezza come uno dei tanti costi della produzione e non come la salvaguardia della vita delle persone, del loro diritto di uscire di casa la mattina sapendo che torneranno integri la sera”.

Ma signora Camusso di quale incidente parla? I sensori di sicurezza non funzionavano. Al padrone  costava farli riparare. Non è un incidente, ma un omicidio

Ma signora Camusso cosa non capisce:  Gli operai schiavi salariati del padrone, si consumano gratuitamente per produrre profitti per il padrone. E’ il profitto del padrone la causa dell’uccisione degli operai

Ma di quale disattenzione parla? Gli assassinii di operai non sono una disattenzione

Ora romperete l’anima che voi sindacalisti vi siete sempre impegnati

Certo che vi siete impegnati, ma per garantire i profitti al padrone

Certo che vi siete sempre impegnati per riempire i vostri portafogli

Un operaio di Milano

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.