Grecia, scontri al Parlamento: rabbia contro la riforma degli scioperi

Redazione di Operai Contro, è da Dicembre che operai e lavoratori greci sono in lotta contro il tentativo dei padroni e del governo di limitare il diritto di sciopero. La nuova legge prevede che l’astensione dal lavoro possa essere proclamata solo con il voto di almeno il 50% degli iscritti al sindacato. Finora bastava il 20% degli iscritti e in alcuni casi una decisione del solo vertice del sindacato. Al solito il reazionario Tsipras tenta di far passare la legge contro il diritto di sciopero come una richiesta dell’Europa: «La Grecia è a un soffio dal liberarsi del controllo […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

è da Dicembre che operai e lavoratori greci sono in lotta contro il tentativo dei padroni e del governo di limitare il diritto di sciopero.

La nuova legge prevede che l’astensione dal lavoro possa essere proclamata solo con il voto di almeno il 50% degli iscritti al sindacato. Finora bastava il 20% degli iscritti e in alcuni casi una decisione del solo vertice del sindacato.

Al solito il reazionario Tsipras tenta di far passare la legge contro il diritto di sciopero come una richiesta dell’Europa: «La Grecia è a un soffio dal liberarsi del controllo della troika», ha detto oggi in Parlamento

Violenti scontri sono scoppiati questa sera davanti al parlamento di Atene, durante una manifestazione di migliaia di persone contro la riforma del diritto di sciopero che verrà messa più tardi ai voti in parlamento

Operai e lavoratori Greci sono stanchi dei padroni, stanchi della miseria, sono stanchi delle misure reazionarie, sono stanchi di Tsipras e di tutti i parassiti del parlamento

Un lavoratore

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.