Mezzi antincendio fermi mentre la Sardegna brucia

Caro Operai Contro, spesso denunciate mangerie di enti, che approfittano delle calamità naturali per in operare modo criminoso . Voglio anch’io segnalare un fatto della Sardegna. 3,2 milioni di euro stavano a bilancio già nel 2014, ma solo il 20 settembre 2016 sono stati pagati i 7 mezzi antincendio, dal costo di 1,2 milioni di euro. Mezzi antincendio nuovi, mai utilizzati proprio perché non pagati prima. Mentre la Sardegna andava a fuoco, erano fermi parcheggiati nell’autoparco. L’ente responsabile si chiama Forestas, già Ente Foreste. Come ogni foresta di zone oscure non manca. Capito mi hai?  Saluti sardi Articolo da […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

spesso denunciate mangerie di enti, che approfittano delle calamità naturali per in operare modo criminoso . Voglio anch’io segnalare un fatto della Sardegna. 3,2 milioni di euro stavano a bilancio già nel 2014, ma solo il 20 settembre 2016 sono stati pagati i 7 mezzi antincendio, dal costo di 1,2 milioni di euro. Mezzi antincendio nuovi, mai utilizzati proprio perché non pagati prima. Mentre la Sardegna andava a fuoco, erano fermi parcheggiati nell’autoparco. L’ente responsabile si chiama Forestas, già Ente Foreste. Come ogni foresta di zone oscure non manca. Capito mi hai?

 Saluti sardi

Articolo da La Nuova Sardegna. Mentre la Sardegna bruciava e gli operatori del sistema antincendio regionale tentavano di tener testa alle fiamme con automezzi spesso vetusti, sette Unimog Mercedes nuovi di pacca e con allestimento antincendio (valore totale: 1,2 milioni di euro) sono rimasti parcheggiati nell’autoparco di Forestas (già Ente foreste) a Decimomannu. Da giugno. E ancora non sono stati messi su strada. A confermare l’incredibile vicenda è lo stesso amministratore dell’ente regionale, Giuseppe Pulina.

I mezzi, “a causa delle difficoltà del bilancio 2016 che non ha consentito di dar corso al pagamento – si legge in una nota comparsa sul sito istituzionale dopo alcuni solleciti – risultano ancora non immatricolati e quindi non utilizzabili”. Va detto che fin dal 2014, Forestas aveva messo a bilancio 3,2 milioni proprio per il rinnovo dell’autoparco. Fa quindi specie il fatto che quei denari si siano trovati solo a stagione finita. Lo conferma lo stesso ente il 20 settembre: “Il pagamento – si legge sul sito istituzionale – è stato completato in data odierna”.

Ad aggiudicarsi l’appalto da 1,2 milioni di euro, nel giugno del 2015, è stata la Glm srl di Elmas, che poi si è rivolta alla bresciana Divitec per gli allestimenti antincendi e alla Daf Eurocomi di Sassari per la fornitura degli Unimog Mercedes. A distanza di quasi un anno e mezzo dunque, i mezzi non sono ancora operativi. Eppure, come si legge nei documenti di Forestas, si sta procedendo alla dismissione di decine di automezzi “per mancanza dei requisiti necessari per la circolazione stradale”. E d’altronde in varie occasioni i sindacati hanno segnalato l’inadeguatezza dei mezzi utilizzati, soprattutto durante la stagione estiva, quando l’Isola viene devastata dagli incendi.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.