Bagheria, licenziati 109 operai delle imprese confiscate al prestanome di Provenzano

Redazione di Operai Contro, Ad essere licenziati, sono gli operai dell’Ati group, della Edilmar e della Italtecna, e cioè le società che un tempo rappresentavano il ramo edile dell’impero di Michele Aiello, il ricchissimo ingegnere condannato a 15 anni di carcere per associazione mafiosa, storico prestanome del boss Bernardo Provenzano, specializzato nella gestione di cliniche di lusso, prima tra tutte la Santa Teresa. Redazione, il padrone è un mafioso, è un delinquente, e gli operai vengono licenziati? Che dobbiamo  fare noi operai chiedere il certificato dell’antimafia ai padroni? Un operaio della Edilmar Facebook Comments
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Ad essere licenziati, sono gli operai dell’Ati group, della Edilmar e della Italtecna, e cioè le società che un tempo rappresentavano il ramo edile dell’impero di Michele Aiello, il ricchissimo ingegnere condannato a 15 anni di carcere per associazione mafiosa, storico prestanome del boss Bernardo Provenzano, specializzato nella gestione di cliniche di lusso, prima tra tutte la Santa Teresa.

Redazione,

il padrone è un mafioso, è un delinquente, e gli operai vengono licenziati?

Che dobbiamo  fare noi operai chiedere il certificato dell’antimafia ai padroni?

Un operaio della Edilmar

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.