BARI: CONCORSONE ASL, in 16mila per 199 infermieri

Redazione di Operai Contro, poi non si dica che Emiliano non mantiene la parola. E’ iniziato il concorsone: 16 mila partecipanti per 199 posti. A Michele Emiliano dedicheranno una lapide: Con lui riprese l’occupazione dei giovani in Italia. Emiliano ha dimostrato che la politica di Renzi è efficace contro la disoccupazione. Viva il Pd partito dei padroni Uno dei partecipanti al concorsone Dalla Gazzettadelmezzogiorno E’ partito oggi nei padiglioni della Fiera del Levante il terzo turno del ‘concorsonè con cui la Asl di Bari sta selezionando 199 infermieri tra i 16mila che si sono iscritti da ogni parte d’Italia […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

poi non si dica che Emiliano non mantiene la parola. E’ iniziato il concorsone: 16 mila partecipanti per 199 posti. A Michele Emiliano dedicheranno una lapide: Con lui riprese l’occupazione dei giovani in Italia. Emiliano ha dimostrato che la politica di Renzi è efficace contro la disoccupazione. Viva il Pd partito dei padroni

Uno dei partecipanti al concorsone

Dalla Gazzettadelmezzogiorno

E’ partito oggi nei padiglioni della Fiera del Levante il terzo turno del ‘concorsonè con cui la Asl di Bari sta selezionando 199 infermieri tra i 16mila che si sono iscritti da ogni parte d’Italia per lavorare in Puglia. «Sta procedendo tutto bene», assicura il direttore della Asl Bari, Vito Montanaro, precisando che rispetto alle iscrizioni si registra una partecipazione del 60%: sui 1.500 circa attesi a ogni sessione, se ne sono presentati circa 900.

Per loro la Asl ha fatto in modo che ci fosse ogni comfort: “Le mamme hanno potuto allattare i propri piccoli in aree loro riservate; così come le donne in attesa hanno affrontato la prova in spazi a loro dedicati: a fine sessione – evidenzia il dg – nessuna lamentela». «In molti – aggiunge – pur sapendo gli orari delle loro prove si sono presentati prima per l’ansia da prestazione, e adesso stiamo provvedendo a organizzare i flussi per fare in modo non aspettino fuori sotto il sole».
I test, per cui ogni candidato ha 30 minuti a disposizione, vertono sulla cultura generale. E a sorvegliare che tutto si svolga regolarmente ci sono il personale addetto alla vigilanza e le forze dell’ordine. Queste sono prove preselettive che permetteranno a duemila selezionati di affrontare le tre prove: scritta, pratica e orale. La correzione degli elaborati avverrà pubblicamente, nella sede d’esame, e sarà visibile in diretta streaming.
Al termine dell’ultima giornata di prove, giovedì 28 luglio, dopo la relativa correzione dei compiti in forma anonima, si procederà alla lettura dei cartellini anagrafici (sino ad allora secretati) per la produzione della graduatoria nominativa.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.