ALLA FIAT DI NOLA SI LAVORA A TEMPERATURE DA DESERTO

Redazione di Operai Contro, l’mpianto di climatizzazione del polo logistico di Fiat Chrysler distaccato a Nola non funziona. Gli operai sono costretti a lavorare con temperature da deserto. il gruppo FCA non provvede all’immediata riparazione dell’impianto, Slai Cobas – in una nota trasmessa agli organi di stampa – denuncia il fatto che sin dalla sua installazione, avvenuta circa 8 anni fa, «la Fiat non ha mai attuato adeguati investimenti economici e tecnologici a supporto della (solo pretesa ma mai realizzata) ‘missione produttiva’ logistica del Wcl di Nola». In particolare, si denuncia che «l’impianto quando funziona, o meglio malfunziona, lascia in “sopraggiunta” scoperto […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

l’mpianto di climatizzazione del polo logistico di Fiat Chrysler distaccato a Nola non funziona.

Gli operai sono costretti a lavorare con temperature da deserto.

il gruppo FCA non provvede all’immediata riparazione dell’impianto,

Slai Cobas – in una nota trasmessa agli organi di stampa – denuncia il fatto che sin dalla sua installazione, avvenuta circa 8 anni fa, «la Fiat non ha mai attuato adeguati investimenti economici e tecnologici a supporto della (solo pretesa ma mai realizzata) ‘missione produttiva’ logistica del Wcl di Nola». In particolare, si denuncia che «l’impianto quando funziona, o meglio malfunziona, lascia in “sopraggiunta” scoperto circa il 30% della cubatura dei locali creando ulteriori e serie difficoltà, per la sua evidente inadeguatezza, all’insieme dei lavoratori, con la sola eccezione del personale addetto agli uffici perché questi ultimi sono dotati di specifici impianti autonomi».

Un operaio

 

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.