L’ESERCITO DEI PADRONI TURCHI SPARA SUI PROFUGHI SIRIANI

Redazione di Operai Contro, i civili Siriani scappano dai bombardamenti terroristi degli USA e Russi Non hanno fatto i conti con l’esercito dei padroni Turchi. I Turchi li cannoneggiano per non farli entrare in Turchia. Del resto i padroni occidentali hanno pagato i padroni turchi per non fare arrivare i profughi in Europa Se i turchi avessero come i padroni italiani il Mar Mediterraneo li lascerebbero affogare vi invio le notizie dell’ANSA Un vostro lettore Almeno 8 profughi siriani, tra cui 4 bambini, sono stati uccisi dalle guardie di confine turche mentre tentavano di attraversare la frontiera per entrare […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

i civili Siriani scappano dai bombardamenti terroristi degli USA e Russi

Non hanno fatto i conti con l’esercito dei padroni Turchi. I Turchi li cannoneggiano per non farli entrare in Turchia.

Del resto i padroni occidentali hanno pagato i padroni turchi per non fare arrivare i profughi in Europa

Se i turchi avessero come i padroni italiani il Mar Mediterraneo li lascerebbero affogare

vi invio le notizie dell’ANSA

Un vostro lettore

Almeno 8 profughi siriani, tra cui 4 bambini, sono stati uccisi dalle guardie di confine turche mentre tentavano di attraversare la frontiera per entrare in Turchia. Lo riferisce l’Osservatorio per i diritti umani siriano anche se un altro network di attivisti, il comitato per il coordinamento locale, parla di 11 profughi uccisi dalle guardie turche.

In base a quanto si apprende, i profughi siriani stavano cercando di attraversare il confine tra Kherbet al-Jouz, nel nordest della Siria, e la provincia turca di Hatay. Al momento, gli ufficiali turchi non hanno rilasciato dichiarazioni.

A causa della guerra in Siria, oltre 2,7 milioni di rifugiati sono fuggiti in Turchia, secondo l’Onu. Ankara ha rafforzato la sicurezza lungo i confini nei mesi scorsi per evitare ulteriori ingressi.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.