Lavoro, “azienda licenzia 465 addetti per riassumerli con contratti da autonomi e meno diritti”. Quattro giorni di sciopero

Redazione di Operai Contro, “Consulmarketing licenzia i lavoratori per riassumerli con meno diritti e meno tutele“. Nel marzo scorso la società, con sede a Milano ma attiva in tutta Italia, ha aperto le procedure di licenziamento collettivo per 465 dipendenti su un totale di 1.134 addetti. Ma allo stesso tempo ha offerto loro contratti di lavoro autonomo: niente malattia, ferie, Tfr. Il punto di rottura è arrivato il 22 marzo scorso, con la procedura di licenziamento collettivo aperta dall’azienda. Il provvedimento riguarda 465 dipendenti, tra contratti a tempo indeterminato e a termine, su un totale di 1.134 addetti. Praticamente quattro lavoratori […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Consulmarketing licenzia i lavoratori per riassumerli con meno diritti e meno tutele“.

Nel marzo scorso la società, con sede a Milano ma attiva in tutta Italia, ha aperto le procedure di licenziamento collettivo per 465 dipendenti su un totale di 1.134 addetti. Ma allo stesso tempo ha offerto loro contratti di lavoro autonomo: niente malattia, ferie, Tfr.

Il punto di rottura è arrivato il 22 marzo scorso, con la procedura di licenziamento collettivo aperta dall’azienda. Il provvedimento riguarda 465 dipendenti, tra contratti a tempo indeterminato e a termine, su un totale di 1.134 addetti. Praticamente quattro lavoratori su dieci.

L’azienda propone dele deroghe al contratto proposte farebbero sì che il compenso mensile garantito, così come proposto, equivalga a 40 ore mensili, per una retribuzione netta di circa 200 euro, uno stipendio base molto basso. E questo renderebbe tutti i lavoratori ricattabili“.

Qjuesti sono gli aumenti dei posti di lavoro

Un lavoratore Consulmarketing

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.