REFERENDUM: VOTA SI, VOTA NO, NON VOTO

PER IL DIBATTITO Redazione di Operai Contro, Matteo Renzi si sgola a dire che il voto Si al raferendum di Ottobre e importantissimo. Dall’altra minoranza del Pd(?), profeti del capitalismo onesto, e tanti altri si sgolano a dire di votare NO per salvare la democrazia dei padroni. Le riforme di Renzi sono una necessità dei padroni di riformare lo stato borghese nella crisi. Votare SI vuol dire appoggiare la riforma dello stato voluto dai padroni. Votare NO vuol dire difendere la democrazia borghese che ha portato Renzi al potere Io sono un giovane che non andrò a votare e […]
Condividi:

PER IL DIBATTITO

Redazione di Operai Contro,

Matteo Renzi si sgola a dire che il voto Si al raferendum di Ottobre e importantissimo.

Dall’altra minoranza del Pd(?), profeti del capitalismo onesto, e tanti altri si sgolano a dire di votare NO per salvare la democrazia dei padroni.

Le riforme di Renzi sono una necessità dei padroni di riformare lo stato borghese nella crisi. Votare SI vuol dire appoggiare la riforma dello stato voluto dai padroni.

Votare NO vuol dire difendere la democrazia borghese che ha portato Renzi al potere

Io sono un giovane che non andrò a votare e nessuno mi convincerà a votare SI o NO

Un giovane

Cronaca ANSA

l referendum di ottobre è “importantissimo”. Lo ribadisce il premier Matteo Renzi che al Tg1 spiega perché se perderà se loperderà lascerà la politica. “È un modo di essere seri, io non sono come chi in passato si aggrappava alla poltrone. Il referendum è importantissimo: riduce di un terzo i parlamentari, mette un tetto agli stipendi dei consiglieri regionali, si dà finalmente stabilità all’Italia. Gli italiani devono essere fieri che noi non siamo la casta ma in prima linea per cambiare l’Italia”.  Renzi avverte anche la minoranza: la consultazione di ottobre non è il congresso. “Stavo in pensiero che la minoranza non avesse un pensiero critico ma è legittimo, noi non siamo un’azienda privata, non rispondiamo alla Casaleggio associati, siamo una comunità che discute. Ma ad ottobre si fa un referendum sulla Costituzione e non sul congresso Pd”. Così Matteo Renzi, al tg1, replica a Gianni Cuperlo per il quale il referendum di ottobre sarà il vero congresso Pd.

“Grazie alle nostre riforme ora siamo più credibili. Otterremo risultati sull’Irpef e cancelleremo Equitalia”. Lo ha ribadito il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, intervistato dal Tg1.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.