A PROPOSITO DELLA SENTENZA DELLA THYSSEN

Redazione di Operai Contro, l’ultima sentenza sull’uccisione (bruciati vivi) di 7 operai della Thyssen ripropone il problema del diritto all’interno della società borghese. Il profitto è sacro. E’ questo l’articolo di legge che anche se non scritto  esplicitamente è sottointeso in qualsiasi codice civile e penale della società borghese Gli operai non hanno diritti, anche fuori della fabbrica. I padroni e i loro servi sono sacri Nove anni per arrivare ad un giudizio di colpevolezza. Gli ermellini hanno sancito “la responsabilità di tutti gli imputati” per rimozione volontaria di cautele contro gli incidenti, omicidio colposo e incendio. Gli operai […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

l’ultima sentenza sull’uccisione (bruciati vivi) di 7 operai della Thyssen ripropone il problema del diritto all’interno della società borghese.

Il profitto è sacro. E’ questo l’articolo di legge che anche se non scritto  esplicitamente è sottointeso in qualsiasi codice civile e penale della società borghese

Gli operai non hanno diritti, anche fuori della fabbrica. I padroni e i loro servi sono sacri

Nove anni per arrivare ad un giudizio di colpevolezza. Gli ermellini hanno sancito “la responsabilità di tutti gli imputati” per rimozione volontaria di cautele contro gli incidenti, omicidio colposo e incendio.

Gli operai non furono ammazzati per soddisfare la sete di profitti dei padroni.

Operai questa è la giustizia dei padroni: difesa ad oltranza dei profitti

Questo è un’altro dei motivi che impongono il superamento della società borghese

Un operaio di Torino

 

 

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.