Operai Rockwool contro il girotondo delle promesse

Caro Operai Contro, hanno piazzato le tende sotto il palazzo del Consiglio Regionale a Cagliari, i 12 operai ex Rockwool che dopo la promessa di una convocazione non hanno saputo più niente. Senza lavoro non hanno più alcun tipo di sostegno economico. Non possono certo campare con le promesse a costo zero dei politici, e neanche con i tavoli concertativi del sindacalismo pasciuto. Hanno deciso di continuare a resistere, ma non dobbiamo lasciarli soli. Facciamo ogni sforzo perché altri operai ed altre situazioni di crisi si uniscano, contro la società affamatrice dei padroni che li sfruttano e poi li […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

hanno piazzato le tende sotto il palazzo del Consiglio Regionale a Cagliari, i 12 operai ex Rockwool che dopo la promessa di una convocazione non hanno saputo più niente. Senza lavoro non hanno più alcun tipo di sostegno economico. Non possono certo campare con le promesse a costo zero dei politici, e neanche con i tavoli concertativi del sindacalismo pasciuto. Hanno deciso di continuare a resistere, ma non dobbiamo lasciarli soli. Facciamo ogni sforzo perché altri operai ed altre situazioni di crisi si uniscano, contro la società affamatrice dei padroni che li sfruttano e poi li buttano, contro i politici garanti dello sfruttamento operaio, contro il sindacalismo compiacente. Ritengo veramente indispensabile la costruzione del Partito Operaio.

Allego articolo da SardiniaPost. Saluti dalla Sardegna.

 

I dodici “invisibili” dell’ex stabilimento Rockwool di Iglesias di nuovo a Cagliari, sotto il palazzo del Consiglio regionale, per chiedere al presidente Ganau di tener fede agli impegni assunti venti giorni fa. Questa volta hanno piazzato le tende, e promettono di non andar via fino a quando non avranno una risposta. Il 19 aprile scorso, in occasione di un sit-in dei dodici, che di fatto non percepiscono nessun tipo di sostegno economico, il presidente dell’Assemblea aveva annunciato che avrebbe convocato un incontro con i titolari di Lavoro e Industria. Lo scopo? Sottoporre alla loro attenzione una proposta che prevede l’assunzione degli ex Rockwool in Ati Ifras dall’1 gennaio 2017, e nel frattempo impiegarli grazie a progetti già attivi per le politiche del lavoro. Ma di questa convocazione non c’è traccia. Di qui il nuovo pressing degli “invisibili”.

Così il presidente del Consiglio, Gianfranco Ganau, che ha incontrato i lavoratori: “Ho garantito l’impegno a sollecitare la convocazione di un tavolo tra la delegazione sindacale e l’assessore del Lavoro Virginia Mura, allo scopo di affrontare i nodi della vertenza”. Ganau ha ribadito anche “piena solidarietà alla battaglia portata avanti in difesa del posto di lavoro”. La Mura proprio oggi sarà in Aula per l’approvazione della legge di riordino dei servizi per l’impiego.

 

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.