Col nuovo contratto, 90 esuberi all’Aprilia.

Caro Operai Contro, il nuovo contratto ha sancito 90 esuberi, che bella conquista! In 2 anni e 3 mesi i licenziamenti “spintanei” sono stati 35. Per questo motivo gli esuberi sono scesi da 125 a 90, proprio perché 35 hanno ceduto alla pressione concertativa della linea sindacale, che li ha spinti a firmare il licenziamento. Senza la lotta è uno stillicidio quotidiano di licenziamenti, comunque mascherati. Senza organizzarci ci portano al macello con una cordicella come il bue. Mando da un articolo del Piccolo di Trieste. Saluti da un lettore. NOALE (Ve). Rinnovato il contratto di solidarietà allo stabilimento […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

il nuovo contratto ha sancito 90 esuberi, che bella conquista! In 2 anni e 3 mesi i licenziamenti “spintanei” sono stati 35. Per questo motivo gli esuberi sono scesi da 125 a 90, proprio perché 35 hanno ceduto alla pressione concertativa della linea sindacale, che li ha spinti a firmare il licenziamento.

Senza la lotta è uno stillicidio quotidiano di licenziamenti, comunque mascherati. Senza organizzarci ci portano al macello con una cordicella come il bue.

Mando da un articolo del Piccolo di Trieste. Saluti da un lettore.

NOALE (Ve). Rinnovato il contratto di solidarietà allo stabilimento Aprilia di Noale sino al 31 gennaio 2017. La firma tra Fiom Cgil, Fim Cisl e azienda è arrivata lo scorso fine settimana e il provvedimento riguarderà 260 lavoratori, esclusi i 65 del settore Racing, impegnati soprattutto con le gare del Motomondiale e la Superbike. Per i 330 di Scorzè, invece, la partita era stata chiusa da qualche settimana. Resta il nodo degli esuberi, ancora una novantina tra le due fabbriche, mentre ci saranno novità su nuovi modelli e motori a partire da inizio 2017.

Esuberi. Ne restano attorno ai 90, un numero ancora alto se si considera che due anni fa erano 125 in totale. La firma tra le parti a gennaio 2014 ne aveva fissati 100 per Scorzè, 25 per Noale, ma nei mesi successivi se ne sono andati via attorno alle 30 unità. Ora siamo a quota 72 nel primo caso e una quindicina nel secondo.

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.