EX OPERAI DELLA FIAT DI TERMINI IMERESE: NUOVA PRESA PER IL CULO

Redazione di operai Contro, sei anni fa alla FIAT tra operai diretti e dell’indotto eravamo più di 2000 operai. Dopo cinque anni di cassa integrazione per gli ex operai Fiat, ora Blutec, riaprono i cancelli degli stabilimenti di Termini Imerese, chiusi dal 24 novembre 2001. Grazie all’accordo firmato tra Blutec e Invitalia, infatti, da quest’anno fino al 2018 saranno riassorbiti 250 operai dei  700 metalmeccanici rimasti senza lavoro dopo la chiusura della fabbrica, in seguito all’addio dell’azienda del Lingotto dall’Isola. Per i primi venti operai oggi il turno è cominciato alle 9 per occuparsi della produzione di componentistica per […]
Condividi:

Redazione di operai Contro,

sei anni fa alla FIAT tra operai diretti e dell’indotto eravamo più di 2000 operai. Dopo cinque anni di cassa integrazione per gli ex operai Fiat, ora Blutec, riaprono i cancelli degli stabilimenti di Termini Imerese, chiusi dal 24 novembre 2001.

Grazie all’accordo firmato tra Blutec e Invitalia, infatti, da quest’anno fino al 2018 saranno riassorbiti 250 operai dei  700 metalmeccanici rimasti senza lavoro dopo la chiusura della fabbrica, in seguito all’addio dell’azienda del Lingotto dall’Isola.

Per i primi venti operai oggi il turno è cominciato alle 9 per occuparsi della produzione di componentistica per auto, un progetto con un investimento di 95,8 milioni, di cui 71 concessi dallo Stato e dalla Regione Siciliana. Si tratta della prima parte del piano industriale siglato tra azienda e Invitalia mentre per la seconda, destinata alla produzione di due modelli di auto ibride ed elettriche, si attende la presentazione del progetto definitivo da 200 milioni di euro. La Blutec ha tempo fino al 30 giugno, poi passerà al vaglio dell’advisor.
Repubblica il giornale dei padroni del Pd titola:Termini Imerese, riapre la ex Fiat: i primi venti operai al lavoro da stamattina

E’ una presa per il culo dei 2000 operai di Termini imerese.

La Blutec non produrrà mai niente. La Blutec vuole solo incassare i 71 milioni di euro dallo stato e dalla Regione.

I sindacalisti nelle loro ville si fregano le mani e ridono. I loro portafogli si riempiranno di una parte dei 71 milioni di euro.

1750 operai resteranno a fare la fame

Potevamo prewndere Palermo e l’intera Sicilia ci siamo fatti fregare dall’elemosina della cassa integrazione

Un ex operaio della FIAT di Termini

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.