Corteo in ricordo dei morti d’amianto e di tutte le vittime dello sfruttamento

Corteo in ricordo dei morti d’amianto e di tutte le vittime dello sfruttamento Sabato 30 aprile – ore 16,15 –  La manifestazione partirà (come sempre) dal Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli”, via Magenta 88, Sesto San Giovanni (Mi) Questa sera, giovedì 28 aprile 2016, al Teatro della Cooperativa, Milano, via Hermada , ore 20.30 Presentazione del libro: Amianto: morti di “progresso” La lotta per la difesa della salute nelle fabbriche e nel territorio attraverso le testimonianze degli operai, i documenti e gli atti processuali del Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio. Saranno presenti gli […]
Condividi:

Corteo in ricordo dei morti d’amianto e di tutte le vittime dello sfruttamento

Sabato 30 aprile – ore 16,15 – 

La manifestazione partirà (come sempre) dal Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli”, via Magenta 88, Sesto San Giovanni (Mi)

Questa sera, giovedì 28 aprile 2016,

al Teatro della Cooperativa, Milano, via Hermada , ore 20.30

Presentazione del libro: Amianto: morti di “progresso”

La lotta per la difesa della salute nelle fabbriche e nel territorio attraverso le testimonianze degli operai, i documenti e gli atti processuali del Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio.

Saranno presenti gli autori Michele Michelino e Daniela Trollio.

Prenderanno la parola anche gli operai, lavoratori e cittadini protagonisti delle lotte raccontate nel libro.

Marta Marangoni e Renato Sarti leggeranno alcune storie tratte dal libro.

Verranno proiettati due brevi video con testimonianze degli operai della Breda di Sesto San Giovanni.

Quando la legge difende l’ingiustizia, ribellarsi è giusto e la resistenza diventa un dovere.

…..la grande menzogna secondo cui alla ricchezza dei padroni corrisponderebbe la prosperità di lavoratori e cittadini non è mai stata più sbugiardata che in questi anni:  decine di migliaia di persone hanno pagato, pagano e pagheranno sulla loro pelle questa ricchezza, oltre a lavorare e a vivere in condizioni sempre più inumane. Passato, presente e futuro …. perché è in questi tempi che l’amianto uccide.

Abbiamo vinto, abbiamo perso, ma non ci siamo mai arresi e questo “altro luogo” ci è servito per arrivare dove difficilmente saremmo arrivati, alle coscienze di migliaia e migliaia di persone che dell’amianto sapevano poco o nulla. Questo libro raccoglie e racconta attraverso i documenti, gli atti processuali e le lotte, le storie di uomini e donne, di comitati e associazioni che da anni si battono – senza mai arrendersi – in fabbrica e sul territorio per la difesa della salute e della vita umana, rifiutandosi di essere “merce” a perdere per il “mercato”.

L’Amianto: problema non solo del passato ma del presente e del futuro

In Italia: l’amianto provoca 4.000 mila morti ogni anno, ed è presente ancora ovunque, nelle tettoie, nei rivestimenti delle scuole e delle case, nelle intercapedini dei nostri appartamenti, negli ospedali, nelle piscine, nelle caserme, negli edifici pubblici.

In Europa: sono circa 15 mila le persone che ogni anno perdono la vita a causa di patologie amianto-correlate. A rischio è circa un terzo dei 900 milioni di abitanti del continente, che vive nei 16 Paesi della regione europea.

Nel mondo: l’Organizzazione Mondiale della Sanità valuta che siano almeno 125 milioni i lavoratori nel mondo esposti all’amianto; che ogni anno siano circa 100.000 i morti, uno ogni 5 minuti.

Bonificare l’ambiente e i luoghi di lavoro è una necessità, un’emergenza ambientale, sanitaria, sociale.

L’evento è organizzato dal Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio di Sesto Sesto Giovanni,

in collaborazione con il Teatro della Cooperativa

http://www.edizionidelfaro.it/sites/default/files/pdf_preview_libri/amianto_morti_di_progresso_preview.pdf

 

al Teatro della Cooperativa, Milano, via Hermada , ore 20.30

Presentazione del libro: Amianto: morti di “progresso”

La lotta per la difesa della salute nelle fabbriche e nel territorio attraverso le testimonianze degli operai, i documenti e gli atti processuali del Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio.

Saranno presenti gli autori Michele Michelino e Daniela Trollio.

Prenderanno la parola anche gli operai, lavoratori e cittadini protagonisti delle lotte raccontate nel libro.

Marta Marangoni e Renato Sarti leggeranno alcune storie tratte dal libro.

Verranno proiettati due brevi video con testimonianze degli operai della Breda di Sesto San Giovanni.

Quando la legge difende l’ingiustizia, ribellarsi è giusto e la resistenza diventa un dovere.

…..la grande menzogna secondo cui alla ricchezza dei padroni corrisponderebbe la prosperità di lavoratori e cittadini non è mai stata più sbugiardata che in questi anni:  decine di migliaia di persone hanno pagato, pagano e pagheranno sulla loro pelle questa ricchezza, oltre a lavorare e a vivere in condizioni sempre più inumane. Passato, presente e futuro …. perché è in questi tempi che l’amianto uccide.

Abbiamo vinto, abbiamo perso, ma non ci siamo mai arresi e questo “altro luogo” ci è servito per arrivare dove difficilmente saremmo arrivati, alle coscienze di migliaia e migliaia di persone che dell’amianto sapevano poco o nulla. Questo libro raccoglie e racconta attraverso i documenti, gli atti processuali e le lotte, le storie di uomini e donne, di comitati e associazioni che da anni si battono – senza mai arrendersi – in fabbrica e sul territorio per la difesa della salute e della vita umana, rifiutandosi di essere “merce” a perdere per il “mercato”.

L’Amianto: problema non solo del passato ma del presente e del futuro

In Italia: l’amianto provoca 4.000 mila morti ogni anno, ed è presente ancora ovunque, nelle tettoie, nei rivestimenti delle scuole e delle case, nelle intercapedini dei nostri appartamenti, negli ospedali, nelle piscine, nelle caserme, negli edifici pubblici.

In Europa: sono circa 15 mila le persone che ogni anno perdono la vita a causa di patologie amianto-correlate. A rischio è circa un terzo dei 900 milioni di abitanti del continente, che vive nei 16 Paesi della regione europea.

Nel mondo: l’Organizzazione Mondiale della Sanità valuta che siano almeno 125 milioni i lavoratori nel mondo esposti all’amianto; che ogni anno siano circa 100.000 i morti, uno ogni 5 minuti.

Bonificare l’ambiente e i luoghi di lavoro è una necessità, un’emergenza ambientale, sanitaria, sociale.

L’evento è organizzato dal Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio di Sesto Sesto Giovanni,

in collaborazione con il Teatro della Cooperativa

http://www.edizionidelfaro.it/sites/default/files/pdf_preview_libri/amianto_morti_di_progresso_preview.pdf

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.