FORMIGONI HA SEMPRE MENTITO, I PM CHIEDONO 9 ANNI DI CARCERE

Redazione di Operai Contro   Commento per l’ennesima volta le ruberie dei politici italiani, ben sapendo che ormai non fanno più notizia, ne siamo assuefatti. Non possiamo tacere però di fronte alle accuse mosse contro Formigoni, durante la sua carica di governatore della Lombardia. Le accuse sono tante, si va dall’uso esclusivo offerto gratis di tre yacht dal 2007 al 2011, cene sontuose al ristorante Sadler di Milano, uso gratis di una villa ad Arzachena offerta da Daccò, in seguito acquistata insieme al suo amico Alberto Perego per tre milioni. Quando Perego non può più pagare, lo nomina nel […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro

 

Commento per l’ennesima volta le ruberie dei politici italiani, ben sapendo che ormai non fanno più notizia, ne siamo assuefatti. Non possiamo tacere però di fronte alle accuse mosse contro Formigoni, durante la sua carica di governatore della Lombardia.

Le accuse sono tante, si va dall’uso esclusivo offerto gratis di tre yacht dal 2007 al 2011, cene sontuose al ristorante Sadler di Milano, uso gratis di una villa ad Arzachena offerta da Daccò, in seguito acquistata insieme al suo amico Alberto Perego per tre milioni. Quando Perego non può più pagare, lo nomina nel cda dell’Istituto di genetica molecolare, pagandogli uno stipendio di 135 mila euro l’anno.

Tra le altre accuse, ci limitiamo a riferire quella che Daccò avrebbe messo nelle tasche di Formigoni 270 mila euro l’anno.

Secondo i due pm Pedio e Pastore, nell’arco di tempo di dieci anni, dal 2002 al 2012, dai conti correnti di Formigoni non esce una lira, veniva rifornito di contante appunto da Daccò, che lo ripaga dai fondi neri del sistema sanitario lombardo.

Le spiegazioni date da Formigoni, sulla mancanza di uscite dai suoi conti correnti sono ridicole ed offensive secondo i due pm. Nelle dichiarazioni spontanee riferisce di aver usato l’eredità della madre.

Ci fermiamo qua, anche una sola di queste accuse sarebbe sufficiente per buttarlo giù dalla torre.

Questi personaggi, che mai hanno lavorato in tutta la loro vita sono ancora in circolazione. Inutile commentare su queste ruberie, ci limitiamo solo ad una riflessione.

Nella migliore delle ipotesi, e cioè che Formigoni abbia potuto campare nel lusso con i soldi lasciati dopo la morte della madre per oltre dieci anni, fa pensare che forse la confisca dell’eredità a personaggi simili potrebbe essere una richiesta degli operai, che con il loro salario non arrivano più a fine mese.

sd

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.