CONSIDERAZIONI SULLE ULTIME ASSEMBLEE IN CONTINENTAL: in evidenza il commento di un lavoratore

Il Foglio Bianco Posted: 21 Apr 2016 03:08 AM PDT “mi sento solo” L’ assemblea dei giorni scorsi ha svelato in me molti dubbi, incertezze, perplessità e molta molta delusione.Sembra di ascoltare un branco di lupi.Invece “sembrano” anche loro burocrati.Un intervento così riduttivo e insignificante da parte di un seg. Regionale è come vedere un prete in una moschea… Quest’ uomo non parla col cuore, parla con la sacca piena, si cari COMPAGNI, vparla con la voce dei nostri soldi portando avanti concetti insulsi che solo quelli della sua specie condividono; perché devono farlo!! Devono tutti mangiare del ” […]
Condividi:

Il Foglio Bianco

Posted: 21 Apr 2016 03:08 AM PDT

“mi sento solo”

L’ assemblea dei giorni scorsi ha svelato in me molti dubbi, incertezze, perplessità e molta molta delusione.Sembra di ascoltare un branco di lupi.Invece “sembrano” anche loro burocrati.Un intervento così riduttivo e insignificante da parte di un seg. Regionale è come vedere un prete in una moschea… Quest’ uomo non parla col cuore, parla con la sacca piena, si cari COMPAGNI, vparla con la voce dei nostri soldi portando avanti concetti insulsi che solo quelli della sua specie condividono; perché devono farlo!! Devono tutti mangiare del ” pane” che viene loro offerto:17€ al mese per 13 mesi x 6,3 ml di iscritti. !!!Parla e parla blatera frasi e tenta di riportarci su una dimensione vuota, si vuota come il suo sguardo che non si è mai alzato mezzo cm sopra il suo naso abbronzato. Non ha guardato nessuno in ” platea” ma fiero di se stesso ha continuato il suo monologo. Un tempo leggendo un libro di psicologia, lessi di un noto criminologo statunitense, il quale per anni ha studiato comportamenti criminali per capire l’ atteggiamento di uomini folli.E mi son venute in mente due espressioni comunicative inequivocabili. Lo sguardo e la voce. Cosi ho voluto analizzare i due approcci che non credo tutti abbiano notato. Come il sig. Segretario si confronta con noi parlando solo lui per 35 minuti. Parlando di storiche vittorie. Ma quali? L’ abolizione della scalamobile, la Legge Fornero? La riforma delle pensioni? Il jobsact,? l’ art. 18? La nostra dignità. .Cosa abbiamo conquistato e cosa abbiamo perso? Si confronta con noi e lo si nota come guarda o da come NON ti guarda.Il secondo, tipico di chi con violenza vuole farsi ragione ed alza il tono della voce. Due aspetti che modestamente si notano durante il ” toccante” comizioSoprattutto quando, dopo l’ intervento della compagna Garzella il signore è intervenuto. Garzella invece si è alzata e con lo sguardo di chi non ha paura e con sincerità ha cercato di comunicare con noi cercandoci con lo sguardo. Lei non ha mai abbassato gli occhi mai. E con tono pacato e chiaro e senza tentennamenti ha espresso i suoi concetti. Ora io dico. Se un organismo si dichiara democratico, non cerca o vuole convincere a tutti i costi la massa dei suoi modi. Si può o non si può condividere un pensiero. In quanto a ciò, invece di esaltare l’ assendo ricevuto con la maggioranza dovrebbe; come DEMOCRAZIA VUOLE, preoccuparsi e capire il perché di quelli che invece dissentono. Vi pare democratico?        Un leeder vero, si rivolge ai deboli e non ai gia forti, e non deve convincere, ma far capire chi ha di fronte. Basta parlare di crisi. Un.capro espiatorio..!!Quindi a mio avviso oramai di democratico non c’è più nulla. Il voto è sovrano si, son d’ accordo, e quelli che non condividono perché non lo fanno??Non ci interessa sapere democraticamente i loro motivi??Be se cosi fosse questa è dittatura compagni cari.  I sindacati hanno perso. Non vogliono vincere per noi sul campo, ci vogliono complici del nostro stesso male. Per non avere responsabilità.  Quindi meditate sulle scelte solo politiche che impongono i padroni. Perché di sociale e democratico non c’è niente. Ci stiamo fidando di gente che non DEVE LOTTARE deve stare li e fare “pacco”Apparire e proporre speranze che non ci saranno solo per sopravvivere di benessere.Meditiamo tutti quindi cari compagniPerché le parole i gannano senza battaglia senza sacrificio non si vince. Mai 

 

Postato da Anonimo in Il Foglio Bianco alle 20 aprile 2016 15:23

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.