L’ultimatum operaio dalle Officine di Bellinzona

Caro Operai Contro, gli operai delle Officine di Bellinzona sono pronti a riprendere la lotta, contro il mancato rispetto degli accordi che spianerebbe la strada ai licenziamenti. Riporto dalla rete il loro ultimatum. Ciao   “ È l’ora dell’ultimatum Il personale delle Officine esige che le FFS rispettino gli accordi presi tre anni fa Le Officine di Bellinzona chiedono che le FFS rispettino gli impegni sottoscritti tre anni fa. Se entro il 15 aprile prossimo le Ferrovie federali non dimostreranno di voler rispettare gli accordi, e i volumi di lavoro pattuiti, gli operai discuteranno in assemblea quali misure intraprendere […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

gli operai delle Officine di Bellinzona sono pronti a riprendere la lotta, contro il mancato rispetto degli accordi che spianerebbe la strada ai licenziamenti. Riporto dalla rete il loro ultimatum.

Ciao

 

“ È l’ora dell’ultimatum

Il personale delle Officine esige che le FFS rispettino gli accordi presi tre anni fa

Le Officine di Bellinzona chiedono che le FFS rispettino gli impegni sottoscritti tre anni fa.

Se entro il 15 aprile prossimo le Ferrovie federali non dimostreranno di voler rispettare gli accordi, e i volumi di lavoro pattuiti, gli operai discuteranno in assemblea quali misure intraprendere per la sopravvivenza delle Officine.

La decisione è stata comunicata oggi a Bellinzona dai lavoratori delle Officine. Per gli operai, le ore di lavoro nel 2016 sono state inferiori del 20% rispetto a quelle del 2013. Inoltre al Centro di competenze non sono ancora pervenuti progetti, e l’integrità degli spazi produttivi non è stata garantita. ”

Officine di Bellinzona 26 febbraio 2016

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.