LE DEMOCRATICHE ELEZIONI IN IRAN

Redazione di Operai Contro, Subito dopo la chiusura dei seggi, alla mezzanotte scorsa ora locale, è cominciato in Iran lo scrutinio dei voti per il nuovo Parlamento (Majlis) e per la nuova Assemblea degli Esperti, organismo che dovrà nominare la prossima Guida Suprema, in caso di morte di Khamenei. Sono oltre 33 milioni, ovvero il 60% su 55 milioni di elettori potenziali, coloro che che hanno votato ieri nelle elezioni per il nuovo Parlamento iraniano e la nuova Assemblea degli Esperti, organismo giuridico-religioso che nomirà la prossima Guida Suprema. Il presidente iraniano Hassan Rohani si aspettava un’affluenza “epocale”, ma […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Subito dopo la chiusura dei seggi, alla mezzanotte scorsa ora locale, è cominciato in Iran lo scrutinio dei voti per il nuovo Parlamento (Majlis) e per la nuova Assemblea degli Esperti, organismo che dovrà nominare la prossima Guida Suprema, in caso di morte di Khamenei.

Sono oltre 33 milioni, ovvero il 60% su 55 milioni di elettori potenziali, coloro che che hanno votato ieri nelle elezioni per il nuovo Parlamento iraniano e la nuova Assemblea degli Esperti, organismo giuridico-religioso che nomirà la prossima Guida Suprema. Il presidente iraniano Hassan Rohani si aspettava un’affluenza “epocale”, ma il 40% non ha votato. In gran parte gli operai non sono andati a votare

Qualunque sia lo schieramento vittorioso a vincere sono i padroni. Le foto dei votanti mostrano la massiccia affluenza della piccola borghesia

I

I padroni Iraniani sono uno degli alleati dei padroni Russi ea sostegno dell’assassino Assad

Un lettore

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.