PIAGGIO: Con la solidarietà si sfrutta meglio! (parte 2)

Rinnovo contratto metalmeccanici 2016  LAVORATORI, la Piaggio, grazie alla mancanza di un deciso contrasto della gran parte della RSU alla sua azione e a contratti di solidarietà che, da anni, le danno mano libera sulla gestione dell’orario di lavoro continua imperterrita a portare avanti le proprie strategie: – massimo sfruttamento della flessibilità oraria fino all’aperta discriminazione dei lavoratori con maggiori problemi di salute, che vengono tenuti a casa per un tempo maggiore perché poco produttivi; – aumento continuo e puntuale dei carichi di lavoro: al rientro dalla solidarietà, la produzione è stata aumentata di 23 pezzi (circa 20 min.) […]
Condividi:
Rinnovo contratto metalmeccanici 2016 

LAVORATORI,

la Piaggio, grazie alla mancanza di un deciso contrasto della gran parte della RSU alla sua azione e a contratti di solidarietà che, da anni, le danno mano libera sulla gestione dell’orario di lavoro continua imperterrita a portare avanti le proprie strategie:
– massimo sfruttamento della flessibilità oraria fino all’aperta discriminazione dei lavoratori con maggiori problemi di salute, che vengono tenuti a casa per un tempo maggiore perché poco produttivi;
– aumento continuo e puntuale dei carichi di lavoro: al rientro dalla solidarietà, la produzione è stata aumentata di 23 pezzi (circa 20 min.) al reparto sterzi , alla 3R di 1 veicolo ( circa 21 min.), mentre sulla linea 6 è aumentata la saturazione togliendo in media 1,5 stazionamenti ( circa 8 min.),e sappiamo di pressioni da parte dei capi in vari reparti per aumentare la produzione.
La maggior parte dei nostri compagni di lavoro, ancora tenuti a casa in solidarietà , ha problemi di salute dovuti proprio a tempi di lavoro sempre più intensi e pressanti che la Piaggio ha applicato in questi anni: sono persone che l’azienda ha strizzato al massimo e che adesso considera “improduttive”e da parcheggiare a casa a salario ridotto.
Una vergogna, un atto arrogante di offesa alla dignità dei lavoratori e un attacco ad un salario già misero.
Nei giorni scorsi, al sentore di un possibile sciopero, la Piaggio ha chiamato i propri delegati di “fiducia” per provare a confondere un pò le acque, promettendo che da lunedì prossimo attuerà una rotazione, senza pero’ specificare modalità e criteri.
Un incontro avvenuto di fatto in “privato”, visto che dei suoi contenuti nè noi sottoscritti delegati, nè i lavoratori sono stati informati.E sicuramente verrà attuata l’usuale rotazione fasulla pescando sempre dai soliti lavoratori.
Per noi è prioritario:
– denunciare e contrastare il peggioramento dei tempi di lavoro reparto per reparto;
– ribadire la contrarietà ad un contratto di solidarietà, che l’esperienza di questi anni ha mostrato essere tutto a vantaggio della Piaggio;
– che si effettui una rotazione vera tra tutti e non solamente tra quei lavoratori che l’azienda ha deciso di discriminare.
Delegati FIOM: Cappellini Massimo, Malventi Massimiliano, Tecce Adriana, Guezze Giorgio
 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.