MARCO PUCCI: IL BOIA DEGLI OPERAI

Redazione di Operai Contro, il boia Marco Pucci, non solo non ha fatto un minuto di galera, ma è stato sempre premiato dal governo e dai padroni. Nonostante le condanne ottenute finora, il manager non ha mai smesso di esercitare e dal 2012 fino al 2014 è stato amministratore delegato della Acciai Speciali Terni (sempre del gruppo ThyssenKrupp). Un anno fa è passato all’Ilva di Taranto come responsabile delle società partecipate. Quello all’Ilva per lui è stato un ritorno. Era già stato lì dal 1990 al 1992 come responsabile dello stabilimento tarantino. Poi è passato alla Accia Speciali Terni, che in quel periodo […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

il boia Marco Pucci, non solo non ha fatto un minuto di galera, ma è stato sempre premiato dal governo e dai padroni.

Nonostante le condanne ottenute finora, il manager non ha mai smesso di esercitare e dal 2012 fino al 2014 è stato amministratore delegato della Acciai Speciali Terni (sempre del gruppo ThyssenKrupp). Un anno fa è passato all’Ilva di Taranto come responsabile delle società partecipate. Quello all’Ilva per lui è stato un ritorno. Era già stato lì dal 1990 al 1992 come responsabile dello stabilimento tarantino. Poi è passato alla Accia Speciali Terni, che in quel periodo apparteneva al gruppo italiano. Lunedì 18 gennaio, con la partenza di Massimo Rosini, è stato nominato dg dai commissari straordinari di Ilva Piero GnudiEnrico Laghi e Corrado Carrubba.”

Marco Pucci ha imparato il mestiere di boia degli operai dall’assassino Riva

Operai, molti delegati e i sindacalisti dell’ILVA sono sempre stati dalla sua parte

Il gangster Renzi nominamndolo direttore generale dell’ILVA ha voluto trattarci come pecore

Operai scendiamo in lotta

Un operaio dell’ILVA

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.