Gela: operai, disoccupati e famiglie bloccano gli accessi alla città

Redazione di Operai Contro, è iniziata questa notte la lotta degli operai, disoccupati e  delle loro famiglie contro la miseria a cui ci condannano  i padroni e il governo. La protesta di Gela, strade bloccate dagli operai  Dai bambini, ai pensionati, nessuno vuole stare più con il fiato sospeso. Serve una legge speciale a favore dei disocupati, dei precari, dei nuovi poveri e dei commercianti in crisi. Servono salute e lavoro. Vogliamo risposte”. Tra i motivi della protesta anche la paventata chiusura della raffineria e  la lunga e angosciante attesa per la riconversione in “green refinery”. Si aspetta da […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

è iniziata questa notte la lotta degli operai, disoccupati e  delle loro famiglie contro la miseria a cui ci condannano  i padroni e il governo.

La protesta di Gela, strade bloccate dagli operai

 Dai bambini, ai pensionati, nessuno vuole stare più con il fiato sospeso. Serve una legge speciale a favore dei disocupati, dei precari, dei nuovi poveri e dei commercianti in crisi. Servono salute e lavoro. Vogliamo risposte”. Tra i motivi della protesta anche la paventata chiusura della raffineria e  la lunga e angosciante attesa per la riconversione in “green refinery”. Si aspetta da quasi due anni, , l’avvio degli investimenti tanto annunciati per garantire lavoro e bonifiche.

I presidi lungo importanti arterie di transito hanno rallentato la viabilità cittadina e dalla scorsa notte a questa mattina si stanno unendo decine di cittadini che rivendicano lavoro e sviluppo.

La triplice CISL-UIL-CGIL vogliono un tavolo. Oggi si accodano alla protesta domani sono pronti nuovamente a venderci

Un operaio di Gela

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.