Nel 2016 stangata da 551 euro a famiglia

Caro Operai Contro, mentre Renzi taglia nastri e racconta balle, nel 2016 le sue stangate ci costeranno 551 euro a famiglia, come ha calcolato il Codacons (Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori). Il 2016 non è ancora cominciato e abbiamo già sulle spalle questo fardello da pagare. Continueremo a fare i pecoroni e subire in silenzio? Saluti da un operaio.   Vi allego dalla nota del Codacons. Nel corso del 2016 gli italiani dovranno mettere in conto una «stangata» pari a circa 551 euro a famiglia. Lo afferma il Codacons, […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

mentre Renzi taglia nastri e racconta balle, nel 2016 le sue stangate ci costeranno 551 euro a famiglia, come ha calcolato il Codacons (Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori).

Il 2016 non è ancora cominciato e abbiamo già sulle spalle questo fardello da pagare.

Continueremo a fare i pecoroni e subire in silenzio?

Saluti da un operaio.

 

Vi allego dalla nota del Codacons.

Nel corso del 2016 gli italiani dovranno mettere in conto una «stangata» pari a circa 551 euro a famiglia. Lo afferma il Codacons, che ha elaborato uno studio sugli incrementi di spesa previsti per il nuovo anno sul fronte prezzi e tariffe. Nello specifico, la ripresa dell’inflazione – che secondo gli analisti dovrebbe attestarsi attorno all’1% nel prossimo anno – porterà le famiglie a spendere 298 euro in più per effetto della crescita dei prezzi al dettaglio, e 189 euro in più per la sola spesa alimentare.

Aumenti che si ripercuoteranno anche nel settore della ristorazione (+26 euro). Cresceranno le tariffe per la raccolta rifiuti e i servizi idrici, per un totale di +137 euro a famiglia su base annua. Per i trasporti (aerei, treni, taxi, mezzi pubblici, traghetti, ecc.) un nucleo familiare tipo dovrà affrontare una maggiore spesa pari a 44 euro, mentre viaggiare sulle autostrade comporterà un aggravio di 27 euro. Per i servizi bancari complessivamente spenderemo 18 euro in più rispetto allo scorso anno, +9 euro per quelli postali.

Discorso a parte meritano le bollette: se da un lato le quotazioni internazionali del petrolio – che secondo gli analisti saranno stabili o addirittura in discesa per il tutto il 2016 – dovrebbero portare benefici sulle fatture, dall’altro il nuovo sistema tariffario sulle bollette elettriche varato dall’Autorità per l’energia, determinerà rincari per una buona fetta di popolazione.

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.