EMIGRANTI: CONTINUA LA STRAGE

Redazione di operai Contro, gli emigranti continuano ad essere ammazzati dai padroni occidentali. Con gli uomini e le donne si ammazzano anche i bambini. Nessuno fa 1 minuto di silenzio, ma neppure 1 secondo. Si fa tanto di parlare di bontà per il Natale E’ tutta una presa in giro Non vogliamo la pietà dei padroni e dei loro leccapiedi Un operaio Senegalese   Cronaca ansa Nuova tragedia del mare al largo della Turchia: 19 migranti, tra cui sei bambini, sono affogati nel naufragio di una barca al largo di Izmir, nell’Egeo. Altre 21 persone sono state tratte in […]
Condividi:

Redazione di operai Contro,

gli emigranti continuano ad essere ammazzati dai padroni occidentali.

Con gli uomini e le donne si ammazzano anche i bambini.

Nessuno fa 1 minuto di silenzio, ma neppure 1 secondo.

Si fa tanto di parlare di bontà per il Natale

E’ tutta una presa in giro

Non vogliamo la pietà dei padroni e dei loro leccapiedi

Un operaio Senegalese

 

Cronaca ansa

Nuova tragedia del mare al largo della Turchia: 19 migranti, tra cui sei bambini, sono affogati nel naufragio di una barca al largo di Izmir, nell’Egeo. Altre 21 persone sono state tratte in salvo mentre sono ancora in corso le ricerche di possibili sopravvissuti.

Solo quest’anno, secondo dati recenti, hanno contato quasi 3.700 vittime nel Mediterraneo. Ieri una barca di plastica con 25 persone a bordo proveniente dalla Turchia è naufragata al largo delle isole greche: 13 persone sono affogate e tra loro anche sette bambini. Sette altri piccoli ‘Aylan’.

 

Save the children, Europa fa troppo poco – In tema di migrazione, “l’Europa sta facendo troppo poco. Non ci può essere priorità più grande dei bambini”. Lo dice Save the children che racconta attraverso i disegni di cinque noti illustratori, le storie dei minori migranti, la loro fuga e il loro viaggio verso l’Europa. “Nonostante l’aiuto di molti paesi, l’Europa sta facendo troppo poco per proteggere e aiutare i più vulnerabili e fermare i naufragi di intere famiglie poco lontani dalle nostre coste. Questo è un test per il nostro modello di Europa”, afferma Raffaela Milano, Direttore dei Programmi Italia-Europa dell’ organizzazione in relazione all’ennesimo naufragio al largo delle coste dell’isola greca  di Farmakonisi in cui avrebbero perso la vita cinque bambini. Secondo Save the Children, il 25,5% dei migranti e rifugiati giunti in Europa quest’anno sono minori, per un totale di 256.404. “Alcune strutture di accoglienza, in particolare alle frontiere, non sono in grado di provvedere adeguatamente ai bisogni primari come il cibo, l’acqua e l’assistenza sanitaria e la situazione peggiorerà con l’inizio dell’inverno, soprattutto per i bambini che sono i più vulnerabili e a rischio di sfruttamento, abuso, violenza e tratta”, sottolinea Milano. Save the Children ha fra l’altro aperto di recente il primo Spazio a Misura di Bambino anche in Germania, presso l’aeroporto di Tempelhof a Berlino, che sta ospitando più di 2000 rifugiati, il 40% dei quali sono bambini. Attraverso il lavoro di cinque noti illustratori (George Butler, Falklands War Artist Linda Kitson, David Foldvari e Toby Morison), l’organizzazione raccontato i pericolosi viaggi intrapresi dalle migliaia di profughi. Save the Children vede poi “con preoccupazione” la recente proposta della Commissione europea di detenzione fino a 18 mesi per i migranti.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.