LE BALLE DI RENZI

Redazione di Operai Contro, Come ai tempi di Mussolini il Corriere è sempre pronto a pubblicare i pizzinni del gangster Renzi. “Noi dobbiamo annientare i terroristi, non accontentare i commentatori. E la cosa di cui non abbiamo bisogno è un moltiplicarsi di reazioni spot senza sguardo strategico. Tutto possiamo permetterci tranne che una Libia bis. Se protagonismo significa giocare a rincorrere i bombardamenti altrui, no grazie. Abbiamo già dato. L’Italia ha utilizzato questa strategia in Libia nel 2011. Quattro anni di guerra civile dimostrano che non fu una scelta felice”. Così il premier Matteo Renzi in un’intervista al Corriere […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Come ai tempi di Mussolini il Corriere è sempre pronto a pubblicare i pizzinni del gangster Renzi.

“Noi dobbiamo annientare i terroristi, non accontentare i commentatori. E la cosa di cui non abbiamo bisogno è un moltiplicarsi di reazioni spot senza sguardo strategico. Tutto possiamo permetterci tranne che una Libia bis. Se protagonismo significa giocare a rincorrere i bombardamenti altrui, no grazie. Abbiamo già dato. L’Italia ha utilizzato questa strategia in Libia nel 2011. Quattro anni di guerra civile dimostrano che non fu una scelta felice”. Così il premier Matteo Renzi in un’intervista al Corriere della Sera

Renzi teme una nuova libia,  ma continua allegramente a fare il rappresentante delle fabbriche di armi italiane

 

Renzi ha aggiunto: “Davanti a Daesh e tutte le forme di terrorismo noi siamo pronti, anche militarmente. Se ci sarà una strategia chiara ci saremo. Ma perché questo accada adesso è cruciale un accordo a Vienna sulla Siria e uno a Roma sulla Libia: ci stiamo lavorando”, dice Renzi. “L’Italia è una forza militare impressionante. Abbiamo più truppe all’estero di tutti gli altri, dopo gli americani e come i francesi”, ma “la guerra è una cosa drammaticamente seria: te la puoi permettere se hai chiaro il dopo”.

Renzi vuol sapere cosa guiadagneranno i padroni italiani. Intanto ha mandato in Siria i ricognitori.Con ler truppe della NATO occupa e bombarda in Afghanistan. Renzi ha truppe in Libano e bel Kossovo. Insomma dopo gli USA l’italia ha più soldati di tutti a far la guerra ai popoli. E se i popoli si scocciassero di essere tranquillamente ammazzati dai pacificatori Tricolori? Renzi cosa farebbe?

Renzi è un logorroico e prosegue: “Draghi sta facendo un lavoro straordinario ” “Quello che è successo a certe banche è il frutto di venti anni di scelte discutibili. In passato i governi hanno deciso di non intervenire per il consolidamento del sistema bancario. Adesso i nodi sono al pettine. Noi non ci tiriamo indietro. Abbiamo sistemato le popolari, tra mille polemiche. E dopo Natale vogliamo consolidare le banche del credito cooperativo, facendone uno dei gruppi bancari più solidi sul modello del Crédit Agricole”.

Draghi continua a stampare carta moneta e regalarla alle banche. Il governo continua a dare carta moneta e a salvare le banche. Il governo continua a fare leggi per i padroni. Operai basta con queste stronzate. Il Corriere della Sera non è buono neanche per il cesso

Un lettore

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.