I PADRONI CONTRO GLI EMIGRANTI

Redazione di Operai Contro, l’Europa è piena di muri contro gli emigranti. La Macedonia ha cominciato a costruire una barriera metallica, con filo spinato, su un tratto del confine con la Grecia. E’ uno tra i più utilizzati dai migranti e profughi per entrare nel Paese ex jugoslavo e proseguire il viaggio in Europa occidentale. Intanto la tensione resta alta: sabato mattina, dopo il ferimento di un emigrante ustionato dall’alta tensione, gli emigranti hanno iniziato a lanciare pietre: è intervenuta la polizia.  Da alcune settimane la Macedonia, al pari di Slovenia, Croazia e Serbia, consente l’ingresso nel Paese solo […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

l’Europa è piena di muri contro gli emigranti.

La Macedonia ha cominciato a costruire una barriera metallica, con filo spinato, su un tratto del confine con la Grecia. E’ uno tra i più utilizzati dai migranti e profughi per entrare nel Paese ex jugoslavo e proseguire il viaggio in Europa occidentale.

Intanto la tensione resta alta: sabato mattina, dopo il ferimento di un emigrante ustionato dall’alta tensione, gli emigranti hanno iniziato a lanciare pietre: è intervenuta la polizia.

 Da alcune settimane la Macedonia, al pari di Slovenia, Croazia e Serbia, consente l’ingresso nel Paese solo a profughi provenienti da zone di guerre e conflitti di Siria, Iraq e Afghanistan. Le porte restano invece chiuse per il resto degli  emigranti cosiddetti “economi

Scontri al confine – La polizia macedone, come riferiscono media locali, è intervenuta quando gruppi di emigranti bloccati da giorni nella “terra di nessuno” alla frontiera con la Grecia e ai quali viene negato l’ingresso in Macedonia, hanno cominciato a bersagliare con sassi e altri oggetti i militari macedoni impegnati a costruire la barriera metallica

Un operaio senegalese

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.