Cade un altro pezzo della “buona scuola” di Renzi

Caro Operai Contro, in altre occasioni hai denunciato episodi come quello dell’altro giorno ad Alzano Lombardo (Bg). Renzi aveva promesso solerti interventi sugli edifici fatiscenti. Invece gli investimenti del suo governo sono indirizzati agli armamenti e a regalare soldi alle aziende, tramite abbattimento delle tasse e incentivi per l’acquisto dei macchinari ed assunzioni usa e getta. Allego l’articolo da L’eco di Bergamo. Saluti da un lettore.   Un bambino di prima elementare è stato colpito da un pezzo di intonaco staccatosi dalla facciata alla scuola primaria «Noris» di Alzano Lombardo in via Roma. La caduta del frammento, della grandezza […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

in altre occasioni hai denunciato episodi come quello dell’altro giorno ad Alzano Lombardo (Bg). Renzi aveva promesso solerti interventi sugli edifici fatiscenti. Invece gli investimenti del suo governo sono indirizzati agli armamenti e a regalare soldi alle aziende, tramite abbattimento delle tasse e incentivi per l’acquisto dei macchinari ed assunzioni usa e getta. Allego l’articolo da L’eco di Bergamo.

Saluti da un lettore.

 

Un bambino di prima elementare è stato colpito da un pezzo di intonaco staccatosi dalla facciata alla scuola primaria «Noris» di Alzano Lombardo in via Roma.

La caduta del frammento, della grandezza di circa 40 centimetri per 20 si è verificata intorno alle 10,30 proprio durante l’intervallo quando gli scolari si trovavano all’esterno dell’edifico.

Il piccolo è stato colpito alla testa: una ferita che ha richiesto tre punti di sutura all’ospedale di Alzano. Il bimbo è ritornato a casa dopo poche ore.

Il dirigente scolastico Claudio Cancelli in serata ha pubblicato sul sito un comunicato per informare le famiglie di quanto accaduto in mattinata, spiegando che è arrivata subito l’ambulanza del 118.

Contemporaneamente sono intervenuti i vigili del fuoco con i relativi automezzi attrezzati e il personale specializzato, i carabinieri di Alzano, gli agenti della polizia locale e gli operatori dell’Ufficio tecnico comunale. Poco tempo dopo è arrivato anche il sindaco Annalisa Nowak.

Sulle cause Cancelli assicura che «il fatto è apparso imprevedibile: l’aspetto esterno della parete intonacata non rilevava nelle settimane scorse alcun segno di un possibile distacco».

 

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.