Ripresa? No, continuano i licenziamenti tra i metalmeccanici

Caro Operai Contro, anche in Lombardia per gli operai metalmeccanici l’annunciata ripresa si concretizza con la continuità dei licenziamenti. I dati Fiom Lombardia parlano chiaro: 531 esuberi a ottobre, 4218 dall’inizio dell’anno in Lombardia. Nello stesso mese del 2014 a perdere il lavoro tra impiegati e operai metallurgici furono in 805. I 4218 metalmeccanici esuberi nel 2015 in Lombardia, sono in calo rispetto ai 6498 del 2014, ma comunque tantissimi. Il dettaglio dell’andamento degli esuberi sui territori dice che il problema è diffuso, anche se non omogeneo. A Bergamo sono stati 79, 28 a Brescia, 23 a Como, 2 […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

anche in Lombardia per gli operai metalmeccanici l’annunciata ripresa si concretizza con la continuità dei licenziamenti. I dati Fiom Lombardia parlano chiaro: 531 esuberi a ottobre, 4218 dall’inizio dell’anno in Lombardia.

Nello stesso mese del 2014 a perdere il lavoro tra impiegati e operai metallurgici furono in 805.

I 4218 metalmeccanici esuberi nel 2015 in Lombardia, sono in calo rispetto ai 6498 del 2014, ma comunque tantissimi.

Il dettaglio dell’andamento degli esuberi sui territori dice che il problema è diffuso, anche se non omogeneo. A Bergamo sono stati 79, 28 a Brescia, 23 a Como, 2 a Cremona, 52 a Lecco, 3 a Lodi, 51 a Mantova, 110 a Milano, 62 nella provincia di Monza Brianza, 88 a Pavia, 6 a Sondrio, 27 a Varese.

Solo organizzandoci in ogni fabbrica, potremo lottare e resistere con coerenza ai licenziamenti, resistere al padrone e al suo sistema sociale che ci affama, e ci vuole usare come carne da cannone nella guerra.

Saluti dalla provincia di Bergamo

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.