G20 A CASA DELLO STRAGISTA ERDOGAN

Redazione di Operai contro, i 20 grandi del mondo dei padroni si riuniscono a casa dello stragista Erdogan I 20 non hanno problemi, sono tra amici Erdogan sarà legittimato nella sua guerra al popolo curdo I 20 sono i campioni della civiltà capitalista Un lettore   ANSA “Dopo Parigi il G20 non sia solo un altro summit: le parole non bastano, è il momento di agire“. Così il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, in conferenza stampa prima dell’inizio dei lavori del G20 di Antalya in Turchia al quale è arrivato anche il premier italiano Matteo Renzi. E per […]
Condividi:

Redazione di Operai contro,

i 20 grandi del mondo dei padroni si riuniscono a casa dello stragista Erdogan

I 20 non hanno problemi, sono tra amici

Erdogan sarà legittimato nella sua guerra al popolo curdo

I 20 sono i campioni della civiltà capitalista

Un lettore

epa05026159 Turkish police guards march before an expected anti-G20 protest in Antalya, Turkey, 15 November 2015. The G20 summit will be held in Antalya on 15-16 November and in addition to discussions on the global economy, the G20 grouping of leading nations is set to focus on Syria during its summit this weekend, including the refugee crisis and the threat of terrorism.  EPA/DENIZ TOPRAK

Turkish police guards march before an expected anti-G20 protest in Antalya, Turkey, 15 November 2015.

 

ANSA

“Dopo Parigi il G20 non sia solo un altro summit: le parole non bastano, è il momento di agire“. Così il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, in conferenza stampa prima dell’inizio dei lavori del G20 di Antalya in Turchia al quale è arrivato anche il premier italiano Matteo Renzi. E per il quale sono state disposte imponenti misure di sicurezza anche perchè sono previste manifestazioni di protesta.

“Non c’e’ formula migliore di questo vertice per affrontare anche il problema del finanziamento al terrore che arriva da molti paesi”, ha spiegato Tusk sottolineando che “solo cooperando, con lo scambio di informazioni sulle transizioni sospette potremo essere più efficaci”.

Obama, cieli oscurati dall’attacco di Parigi – I “cieli sono stati oscurati” dagli attacchi di Parigi, che hanno preso di mira “il mondo civilizzato”: così Barack Obama nell’incontro con il presidente turco Recep Tayyp Erdogan. Obama ha poi ribadito la “solidarietà” ai francesi assicurando il sostegno per “la caccia agli attentatori e consegnarli alla giustizia”.

Erdogan, serve messaggio duro e forte – Il G20 “invierà un messaggio duro, forte, per la lotta al terrorismo”. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyp Erdogan in un punto stampa al termine dell’incontro bilaterale con Barack Obama poco prima dell’inizio del vertice.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.