GurgaonWorkersNews no.64 – November 2015

Editoriale Questa newsletter è dedicato al nostro compagno Chintamani, un uomo gentile, che è morto nel luglio del 2015. Era, tra molte altre cose, un operaio metallurgico e partecipa attivamente a Faridabad Majdoor Samachar (FMS). Ci mancherà. Non abbiamo pubblicato GurgaonWorkersNews per oltre un anno e non pubblicheremo un altro bollettino per un po '. Mentre FMS continua la pubblicazione mensile e la distribuzione dei loro giornale Hindi, non avremo tutto il tempo per le traduzioni e le ulteriori ricerche nel prossimo futuro. Ciò è dovuto principalmente alle nuove priorità politiche: abbiamo iniziato a pubblicare il giornale dei lavoratori […]
Condividi:
Editoriale
Questa newsletter è dedicato al nostro compagno Chintamani, un uomo gentile, che 
è morto  nel luglio del 2015. Era, tra molte altre cose, un operaio metallurgico e
 partecipa attivamente a Faridabad Majdoor Samachar (FMS). Ci mancherà.

Non abbiamo pubblicato GurgaonWorkersNews per oltre un anno e non pubblicheremo 
un altro  bollettino per un po '. Mentre FMS continua la pubblicazione mensile e la 
distribuzione dei loro  giornale Hindi, non avremo tutto il tempo per le traduzioni e le 
ulteriori ricerche nel prossimo futuro. 
Ciò è dovuto principalmente alle nuove priorità politiche: abbiamo iniziato a pubblicare
 il giornale dei lavoratori nella zona ovest di Londra, tra i lavoratori di lavorazione e di 
magazzino soprattutto  alimentari. E 'stato possibile pubblicare GurgaonWorkersNews
 mentre allo stesso tempo di lavoro posti mal retribuiti della classe operaia, ma per farlo
 e pubblicare e far circolare carta un normale dei lavoratori non lo è. I compagni che 
hanno più tempo e che vogliono essere coinvolti in GurgaonWorkersNews, non esitate 
a contattarci. In caso contrario, la nostra carta con sede a Londra.
 Riflessioni e commenti sono benvenuti.
http://www.workerswildwest.wordpress.com

https://angryworkersworld.wordpress.com/on-logistics-workers-inquiry-in-west-london-
november-2014/
Dare GurgaonWorkersNews una pausa non significa che le nostre attività politiche a 
Delhi e Londra  sarà staccarsi. Ciò è dovuto principalmente al fatto che le condizioni 
dei lavoratori sono sempre  più simili: essendo nuovo in città, non trovare posti di lavoro
permanenti, che vivono sul salario  minimo, la condivisione delle camere per essere in 
grado di pagare l'affitto, che lavora turni di 12 ore, non trovando una soluzione nei 
tradizionali sindacati, alla ricerca di modi per organizzare  nelle condizioni di mobilità
 forzata e volontaria. Come potete leggere in questa newsletter, le condizioni dei 
lavoratori, Amazon in India non sono così diverse dalle condizioni della loro 
compagni di classe a, ad esempio, Polonia. Altri collegamenti sono ancora più diretto: 
come si può leggere nell'articolo qui sotto, lavorando in magazzini di moda a Londra o 
Amburgo si mette  nella stessa catena del valore come lavoratori tessili a Delhi,
Gurgaon e Faridabad. O, per essere  più concreti: ci sorridevano quando, mentre
 stavamo lavorando come lavoratori interinali a Jack Wills a Londra, il nostro
 responsabile officina messa a piangere di dover rispedire una spedizione di
 abiti da Modelama a causa di troppi "difetti di qualità" , perché sapevamo che 
i compagni Modelama
a Gurgaon sono in continua lotta con la gestione.

https://gurgaonworkersnews.wordpress.com/2015/11/11/gurgaonworkersnews-no-64-november-2015/

 
Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.