Sciopero contro la chiusura e 102 licenziamenti

Cara Redazione, quattro ore di presidio alla Stanga per protestare contro la chiusura e i 102 licenziamenti. L’azienda non vuol retrocedere e parla di addolcire la pillola del licenziamento con la cassa integrazione. Operai, opponetevi ai licenziamenti. Rompete la commediola consueta delle passeggiate allegoriche, che sotterrano la lotta e vi consegnano alla volontà del padrone. Operai senza una lotta fuori dai canoni concertativi, non c’è verso di opporsi ai licenziamenti. Rompete gli schemi della concertazione, con lotte e iniziative incisive. Solo così gli operai delle altre fabbriche vi sosterranno. Pretendete dal sindacato che coinvolga le fabbriche della zona e […]
Condividi:

Cara Redazione,

quattro ore di presidio alla Stanga per protestare contro la chiusura e i 102 licenziamenti. L’azienda non vuol retrocedere e parla di addolcire la pillola del licenziamento con la cassa integrazione.

Operai, opponetevi ai licenziamenti. Rompete la commediola consueta delle passeggiate allegoriche, che sotterrano la lotta e vi consegnano alla volontà del padrone.

Operai senza una lotta fuori dai canoni concertativi, non c’è verso di opporsi ai licenziamenti.

Rompete gli schemi della concertazione, con lotte e iniziative incisive. Solo così gli operai delle altre fabbriche vi sosterranno.

Pretendete dal sindacato che coinvolga le fabbriche della zona e poi della provincia.

Operai, iniziate una nuova fase di lotta vera a viso aperto, contro i licenziamenti e la disoccupazione dietro l’angolo.

Saluti da un operaio esodato.

Allego la notizia dal Mattino di Padova.

Un centinaio i dipendenti della Haier di Campodoro (Pd)sono scesi in piazza Bardella alla Stanga e hanno dato vita a un presidio, dalle 9 alle 13, mentre i rappresentanti sindacali partecipavano al tavolo di confronto indetto dalla Provincia, con le Rsu dell’azienda, i vertici della società assisiti da due consulenti e una delegazione di Confindustria Padova. Sul piatto l’annuncio di una chiusura che ha colpito i 102 dipendenti della multinazionale cinese degli elettrodomestici (200,7 miliardi di fatturato nel 2014 e 80 mila dipendenti nel mondo) poco meno di due settimane fa.

Dopo l’acquisizione del sito, nel 2001, la Haier (Italy) Appliances spa aveva investito negli anni 34 milioni nella struttura facendone un fiore all’occhiello del distretto del freddo Haier, parla la sindacalista Vertenza Haier, manifestazione dei lavoratori davanti alla provincia di Padova. Parla la sindacalista Gloria Berton: “Diciamo no ai 102 licenziamenti” (video Bianchi)

E mentre i dipendenti sfilavano per le strade e le piazze del centro direzionale della Stanga, gridando a tutta voce la loro volontà di continuare a lavorare, ai piani alti del palazzo della Provincia la trattiva subiva un arresto. “L’azienda si è resa disponibile ad attivare la Cassa Straordinaria per chiusura, collaborando alla messa in campo degli ammortizzatori sociali, ma i sindacati chiedono percorsi di reinserimento lavorativo e l’allontanamento della chiusura”, ha spiegato Elisa Venturini assessore provinciale con delega al lavoro. “Lavoreremo per trovare un accordo capace di garantire le esigenze di tutti ma anche di un territorio che non può permettersi altre emorragie di attività produttive”. Le parti si sono date appuntamento per il 1 di ottobre.

 

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.