Quattro operai morti in un giorno

Caro Operai Contro, dopo i 2 operai morti del petrolchimico di Priolo, di cui hai dato notizia, oggi altri 2 operai sono morti. Un elettricista a Roma morto folgorato accanto a una scatola elettrica aperta e con dei cavi scoperti. Si tratta di un giovane operaio romeno di 30 anni. Quando è stato soccorso per lui non c’era più nulla da fare. Inutili i tentativi da parte degli operatori del 118. Sul posto la polizia scientifica per i rilievi, gli agenti del commissariato Trevi che indagano sulla vicenda, vigili del fuoco e tecnici dell’Acea. L’atro a morire per il […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

dopo i 2 operai morti del petrolchimico di Priolo, di cui hai dato notizia, oggi altri 2 operai sono morti.

Un elettricista a Roma morto folgorato accanto a una scatola elettrica aperta e con dei cavi scoperti. Si tratta di un giovane operaio romeno di 30 anni. Quando è stato soccorso per lui non c’era più nulla da fare. Inutili i tentativi da parte degli operatori del 118. Sul posto la polizia scientifica per i rilievi, gli agenti del commissariato Trevi che indagano sulla vicenda, vigili del fuoco e tecnici dell’Acea.

L’atro a morire per il profitto è il bracciante di 42 anni Arcangelo De Marco, ricoverato da un mese all’ospedale di San Carlo di Potenza abitava a San Giorgio Jonico (Taranto), colpito da un malore nelle campagne di Metaponto il 5 agosto scorso, mentre lavorava all’acinellatura dell’uva, non si è mai ripreso dal coma.

4 operai uccisi per il profitto, i loro padroni continueranno a fare la bella vita. L’omicidio per il profitto non è reato.

Saluti da un lettore.

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.