IL POPOLO PALESTINESE CONTINUA LA SUA LOTTA

Un attivista italiano del Movimento internazionale di solidarietà, Vittorio Fera, 31 anni, è stato arrestato venerdì dai soldati israeliani durante scontri a Nabi Saleh in Cigiordania. Lo rende noto l’Ism, secondo cui comparirà in tribunale domani, spiegando che Fera e’ stato arrestato mentre con “un pacifico gruppo di dimostranti internazionali stava cercando di documentare l’attacco ad un ragazzino” palestinese da parte dell’esercito. Il Consolato italiano a Gerusalemme ha confermato. IL VIDEO (caricato su YouTube da ISM Palestine) Gli assassini Israeliani sono liberi di fare stragi di palestinesi Facebook Comments
Condividi:

Un attivista italiano del Movimento internazionale di solidarietà, Vittorio Fera, 31 anni, è stato arrestato venerdì dai soldati israeliani durante scontri a Nabi Saleh in Cigiordania. Lo rende noto l’Ism, secondo cui comparirà in tribunale domani, spiegando che Fera e’ stato arrestato mentre con “un pacifico gruppo di dimostranti internazionali stava cercando di documentare l’attacco ad un ragazzino” palestinese da parte dell’esercito. Il Consolato italiano a Gerusalemme ha confermato.

IL VIDEO (caricato su YouTube da ISM Palestine)

Gli assassini Israeliani sono liberi di fare stragi di palestinesi

Condividi:

Facebook Comments

1 Comment

  1. Sempar

    Solidarietà con Vittorio, attivista in Cisgiordania con l’ISM e politicamente attivo in Italia. L’esercito sionista reprime un (altro) compagno, a tutti i comunisti e socialisti del mondo tanto deve bastare per affermare una solidarietà esplicitamente politica e di classe.

    Passare dalle chiacchiere da cortile all’azione, al netto delle differenze di orientamento politico, marca la differenza tra chi fa le trincee sulle reti virtuali e chi si spende per i propri ideali, purchè anticapitalisti ed antimperialisti. Ci auguriamo che presto ognuno riesca a vedere con chiarezza lo scenario di conquista e saccheggio dell’intero Medioriente, rifuggendo le false bandiere di malcelati mercenari prezzolati, come è evidente nella Siria massacrata da ormai cinque anni a questa parte.

    M.L. – F.I.