IL NUOVO CHE AVANZA……. PREPOTENTEMENTE

Redazione di Operai Contro, Sul Corriere della sera del 14/06/2015, in una intervista,  Renzi alla domanda del giornalista: ”Quando sospenderà De Luca? “ Il premier rispone: ”Sulla Severino faremo ciò che prevede la legge, senza interventi ad personam. Esiste una contraddizione , perché De Magistris e De Luca sono nella stessa situazione, non si capisce perché uno dovrebbe essere sospeso e l’altro no….”  Perché Renzi, di solito cosi loquace, scivola via come un’anguilla senza di fatto rispondere alla domanda ?  Tanto per rinfrescare la memoria; Vincenzo De Luca, è stato eletto presidente della regione Campania alle ultime elezioni regionali […]
Condividi:
Redazione di Operai Contro,
Sul Corriere della sera del 14/06/2015, in una intervista,  Renzi alla domanda del giornalista: ”Quando sospenderà De Luca? “ Il premier rispone: ”Sulla Severino faremo ciò che prevede la legge, senza interventi ad personam. Esiste una contraddizione , perché De Magistris e De Luca sono nella stessa situazione, non si capisce perché uno dovrebbe essere sospeso e l’altro no….”  Perché Renzi, di solito cosi loquace, scivola via come un’anguilla senza di fatto rispondere alla domanda ?
 Tanto per rinfrescare la memoria; Vincenzo De Luca, è stato eletto presidente della regione Campania alle ultime elezioni regionali 2015 con la benedizione del premier che ha anche partecipato alla campagna elettorale in Campania. Il giorno prima delle elezioni come tutti ricorderanno, la commissione antimafia presieduta da Rosy Bindi, ha reso nota una lista di “ 16 impresentabili” personaggi  politici, che a causa dei loro trascorsi giudiziari, e/o procedimenti penali  pendenti,  non avrebbero assolutamente dovuto presentarsi alle elezioni, e tantomeno essere eletti. De Luca era in questa lista. I suoi procedimenti giudiziari sono di tutto rispetto, vanno da truffa ai danni dello Stato ,corruzione, peculato, truffa, associazione a delinquere, diffamazione. Tra rinvii a giudizi, prescrizioni, e condanne il suo posto nella lista dei magnifici 16 è del tutto meritata. Non stiamo certo qui a dibattere su che cosa, in questi casi  prevede la legge Severino. Il De Luca non è il primo, non è l’ultimo dei politici, sparpagliati nelle diverse formazioni politiche, ad avere un tale curriculum. Ne tanto meno siamo preoccupati di difendere  l’onore di De Magistris.
Quello che invece vale la pena sottolineare, è la” logica “di Renzi ,in questa vicenda. Il paladino (parolaio), del… largo al nuovo, rottamiamo i vecchi,(De Luca è un” anziano” della politica e della storia del PCI, dei DS E DEL PD),della trasparenza, del chi” sbaglia paga”, non solo non prende le distanze da un tale personaggio, ma lo appoggia apertamente, difendendolo, come si evince appunto dalle dichiarazioni, rilasciate al Corriere della Sera. Intanto c’è da dire che il De Luca non è il solito politico in odore di mafia, è un membro del PD , che in passato ha ricoperto incarichi delicati ed importanti, 4 volte sindaco di Salerno, sottosegretario al Ministero delle infrastrutture e trasporti (Governo Letta), i suoi problemi giudiziari, non sono neanche lontanamente paragonabili, a quelli di De Magistris. Nonostante questo il premier ha appoggiato la sua candidatura.
 La Campania diventa per il renzismo un esperimento, un laboratorio  importante che non  poteva e  non può fallire. Solo un  tale personaggio con la sua fedina poteva costruire le “nuove alleanze”( dalla camorra alla speculazione edilizia e al colossale business delle bonifiche)  in una regione compromessa come la Campania.
Nella visione di Renzi l’esperimento  potrà  ora essere ripetuto alle elezioni nazionali.
Una legittimazione e perfezionamento della politica filopadronale  che ha segnato la storia d’Italia degli ultimi 70 anni, dalla Democrazia Cristiana , passando per Craxi a Berlusconi,  senza più “correnti di partito” o prebende clientelari  che la crisi ha definitivamente cancellato.
Non una grande novità: tenere gli operai e le classi subalterne sotto un tallone di ferro,  mentre i padroni e le élite politiche che ne fanno gli interessi si arricchiscono.
Un lettore
Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.