La modernità renziana, per gli operai è sempre solo miseria e morte

Redazione di Operai Contro, L’interesse dei padroni e delle classi loro alleate, dietro “la modernità”  del manichino di Firenze non c’è nient’altro.  Si tratti di EXPO, di lavoro salariato, cassa integrazione in deroga o sanità  la stella polare dell’attuale presidente del consiglio rimane lo stessa: una montagna di denaro che dalle casse dello stato si riversa in quelle dei padroni. Agli  gli operai espulsi dal  lavoro, Renzi ed il PD regalano  un presente di interminabili e umilianti file per accedere a miseri  e temporanei sussidi. Per gli operai rimasti al lavoro morte ed invalidità. Dall’inizio dell’anno sono circa 600 […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

L’interesse dei padroni e delle classi loro alleate, dietro “la modernità”  del manichino di Firenze non c’è nient’altro.
 Si tratti di EXPO, di lavoro salariato, cassa integrazione in deroga o sanità  la stella polare dell’attuale presidente del consiglio rimane lo stessa: una montagna di denaro che dalle casse dello stato si riversa in quelle dei padroni.
Agli  gli operai espulsi dal  lavoro, Renzi ed il PD regalano  un presente di interminabili e umilianti file per accedere a miseri  e temporanei sussidi.
Per gli operai rimasti al lavoro morte ed invalidità.
Dall’inizio dell’anno sono circa 600 i morti sul lavoro (dati sottostimati INAIL ).
Solo nel Lazio gli operai ammazzati sono stati 59.
Il 19 giugno un operaio di 60 anni è morto folgorato mentre lavorava in uno stabilimento militare a S. Giovanni Campano (Fr)
Il 18 giugno in una fabbrica di marmi ad Alatri, operaio cade da un’impalcatura battendo la testa viene ricoverato in gravissime condizioni.
Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.