10 milioni di fregnacce

Caro Operai Contro, gli imbonitori di Renzi prima dell’apertura dell’Expo, avevano diffuso tramite i canali ufficiali, la notizia che 10 milioni di biglietti per visitare l’esposizione erano stati già venduti. Gridavano al trionfo per nascondere il fallimento di pubblico annunciato. Ma soprattutto dovevano promuovere l’Expo come un successone, per giustificare il doppio finanziamento pubblico dell’iniziativa. Il 1° finanziamento pubblico ha lasciato i lavori incompiuti e molti ladroni senza bustarelle. Il 2° finanziamento pubblico ha completato il giro di bustarelle per chi era rimasto escluso, i lavori sono comunque rimasti incompiuti. Mando da un articolo della Gazzetta di Modena, una […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

gli imbonitori di Renzi prima dell’apertura dell’Expo, avevano diffuso tramite i canali ufficiali, la notizia che 10 milioni di biglietti per visitare l’esposizione erano stati già venduti. Gridavano al trionfo per nascondere il fallimento di pubblico annunciato. Ma soprattutto dovevano promuovere l’Expo come un successone, per giustificare il doppio finanziamento pubblico dell’iniziativa. Il 1° finanziamento pubblico ha lasciato i lavori incompiuti e molti ladroni senza bustarelle. Il 2° finanziamento pubblico ha completato il giro di bustarelle per chi era rimasto escluso, i lavori sono comunque rimasti incompiuti. Mando da un articolo della Gazzetta di Modena, una chiara dimostrazione dello scarso interesse verso l’Expo, servito solo come mangiatoia dei politici e i loro soci faccendieri. Saluti Bruno Casca

MODENA

Due passeggeri al giorno: sospeso il bus da Modena per la Stazione Mediopadana di Reggio

In poco più di un mese soltanto 73 biglietti staccati per salire sul bus diretto da Modena alla Stazione Mediopadana di Reggio per chi si dirige all’Expo di Milano.

E’ fallita, e terminerà il 14 giugno, la sperimentazione relativa alla navetta che unisce la stazione di Modena con quella ad alta velocità di Reggio. Lo ha comunicato ieri il sindaco Muzzarelli in consiglio comunale parlando di «Uno scarso utilizzo, ben lontano dal coprire i costi sostenuti dalla società di trasposto pubblico Seta».

I numeri sono infatti impietosi: dal 27 aprile, giorno in cui le navette hanno iniziato a compiere i quattro viaggi quotidiani nelle due direzioni previsti tra Modena e la Mediopadana, al 3 giugno i biglietti staccati sono stati appena 73. Tra l’altro gli utilizzatori saranno al massimo una quarantina perché indicativamente molti utenti avranno fatto l’andata e ritorno dalla città. In tutto si sono raccolti neppure 300 euro tenuto conto che ogni viaggio costa 4 euro.

«La sperimentazione di Seta – spiega il sindaco Muzzarelli – è stata fatta perché l’azienda voleva vedere come andava, ma il rapporto tra l’utilizzo e gli incassi doveva essere di almeno un terzo per la sostenibilità. Siamo con queste cifre ben lontani dal traguardo e i costi del servizio sono molto alti per cui terminiamo il 14 giugno con le corse.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.