NEPAL: LAVORO MINORILE PER LE OPERE UMANITARIE DELLE ONG

Redazione, Il Nepal non è nella lista degli “stati canaglia” redatta dall’imperialismo atlantista. In Nepal “si viaggia verso una piena democrazia”. Un Paese senza alcuna moderna infrastruttura, che assomiglia al Tibet della casta militare prima dell’arrivo dell’Armata Rossa Cinese. Il governo nepalese è democratico. Il mondo si dice sconvolto dall’immane strage del terremoto. Il Paese democratico fa i conti con tassi altissimi di analfabetismo, mortalità infantile e sfruttamento minorile. Come nel Tibet della casta militare. Il Nepal è il contenitore perfetto per la circolazione di milioni di euro e dollari attraverso le associazioni umanitarie e le ONG, della cui […]
Condividi:

Redazione,

Il Nepal non è nella lista degli “stati canaglia” redatta dall’imperialismo atlantista.
In Nepal “si viaggia verso una piena democrazia”. Un Paese senza alcuna moderna infrastruttura, che assomiglia al Tibet della casta militare prima dell’arrivo dell’Armata Rossa Cinese.

Il governo nepalese è democratico. Il mondo si dice sconvolto dall’immane strage del terremoto. Il Paese democratico fa i conti con tassi altissimi di analfabetismo, mortalità infantile e sfruttamento minorile. Come nel Tibet della casta militare.

Il Nepal è il contenitore perfetto per la circolazione di milioni di euro e dollari attraverso le associazioni umanitarie e le ONG, della cui dubbia provenienza nella quasi totalità è ampiamente risaputo dai disillusi.

Il quotidiano inglese The Guardian svelava pochi mesi fa come per la fabbricazione di mattoni per “progetti umanitari” venissero utilizzati minori, anche per 15 ore al giorno. Il sangue ed il sudore dei minori è servito a ristrutturare ed ammodernare, tra l’altro, l’aeroporto internazionale di Katmandu.

Il proletariato nepalese ed i suoi figli piangono da molto prima del terremoto.

A seguire il link con l’articolo che riprende la notizia in italiano

http://www.reporternuovo.it/2015/03/04/nepal-mattoni-del-lavoro-minorile-usati-per-progetti-ong/

EmmE

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.