MARCHIONNE: A MELFI UN OPERAIO LAVORA PER TRE

Redazione di Operai Contro, “L’accordo sui 20 turni raggiunto nei giorni scorsi a Melfi produce un ulteriore ed importante risultato occupazionale: oggi a Ginevra, l’AD di FCA Sergio Marchionne ha annunciato che grazie all’accordo e al definitivo varo dei decreti compresi nel Jobs Act, le assunzioni a Melfi saranno 1.900 e non 1.500”. Il segretario nazionale della Fismic, Roberto Di Maulo, è felice, “è un risultato importantissimo dovuto alla buona congiuntura del mercato statunitense ed un’occasione che i lavoratori della Basilicata non possono e non debbono assolutamente perdere”. Il risultato è importante per Di Maulo perchè lui non lavora […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

“L’accordo sui 20 turni raggiunto nei giorni scorsi a Melfi produce un ulteriore ed importante risultato occupazionale: oggi a Ginevra, l’AD di FCA Sergio Marchionne ha annunciato che grazie all’accordo e al definitivo varo dei decreti compresi nel Jobs Act, le assunzioni a Melfi saranno 1.900 e non 1.500”.

Il segretario nazionale della Fismic, Roberto Di Maulo, è felice, “è un risultato importantissimo dovuto alla buona congiuntura del mercato statunitense ed un’occasione che i lavoratori della Basilicata non possono e non debbono assolutamente perdere”.

Il risultato è importante per Di Maulo perchè lui non lavora alla FIAT- Sata

Di Maulo lavora direttamente al servizio di Marchionne

Afferma il mazziere Di Maulo: ” In realtà alle attuali condizioni lavorative e, soprattutto grazie alle nuove 400 assunzioni annunciate oggi, i disagi dei lavoratori saranno lievi perchè ci sarà la possibilità di lavorare solo una domenica ogni 8 settimane e saranno compensate dalle maggiorazioni salariali previste che comporteranno un beneficio di circa 1.500 euro l’anno. Di fronte a questo nuovo annuncio – conclude Di Maulo – la Fismic richiama tutti al senso di responsabilità di operare al meglio e con orgoglio su produzioni innovative sapendo che il mondo intero ci sta guardando”.

Ma quali vantaggi? il nostro salario è stato tagliato, un operaio deve lavorare per tre. Quando non serviremo più a Marchionne potrà tranquillamente licenziarci

Il segretario lucano della CISL Folitico invita i padroni ad investire in Lucania “L’accordo di Melfi rappresenta per la nostra regione una straordinaria occasione per dimostrare che in Basilicata si può investire e creare lavoro perchè ci sono forze sindacali che hanno scelto con grande convinzione e lungimiranza la via della contrattazione. L’auspicio della Cisl è che anche la politica possa dimostrare la stessa affidabilità con azioni in grado di migliorare la competitività e l’attrattività del territorio lucano, partendo da un pacchetto di convenienze localizzative che abbatta i costi dell’energia – ha concluso – e delle altre ‘utilities’, e renda più celeri i processi decisionali e autorizzativi”.

Certo Folitico ha ragione: prendete un operaio Lucano e spremetelo per tre, con la benedizione della CISL

Un neo assunto dalla FIAT-SATA

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.