Dove sono finite le promesse di Landini?

Landini, il segretario generale della FIOM ormai è un segretario bollito, fallito. E’da 5 anni che governa la Fiom senza raggiungere risultati, è stato zittito e obbediente al volere della Camusso prima, poi è stato asfaltato da Marchionne e per ultimo da Renzi. Con Landini la FIOM si è indebolita e non riesce a contrastare i padroni e addirittura gli operai hanno perso tanti diritti, mentre lui va ai salotti a raccontare cose noiose (sempre le stesse cose ). Ci ricordiamo che è stato lui per primo a contrastare i delegati combattivi nelle fabbriche, facendoli espellere dall’organizzazione sindacale, aiutato […]
Condividi:

Landini, il segretario generale della FIOM ormai è un segretario bollito, fallito. E’da 5 anni che governa la Fiom senza raggiungere risultati, è stato zittito e obbediente al volere della Camusso prima, poi è stato asfaltato da Marchionne e per ultimo da Renzi.
Con Landini la FIOM si è indebolita e non riesce a contrastare i padroni e addirittura gli operai hanno perso tanti diritti, mentre lui va ai salotti a raccontare cose noiose (sempre le stesse cose ).
Ci ricordiamo che è stato lui per primo a contrastare i delegati combattivi nelle fabbriche, facendoli espellere dall’organizzazione sindacale, aiutato da funzionari complici con i padroni. Dopo la disfatta della FIOM per colpa sua, adesso sta chiedendo aiuto a associazioni e gruppi della
società.
Dove sono finite le promesse che diceva il segretario quando il governo stava discutendo il jobs act? Ci ricordiamo che Landini diceva se il governo vara questa legge ,noi occuperemo le fabbriche ,ma dove ? E quando ?
A Cervia il nostro Segretario che interpreta la democrazia a modo suo non ha accettato un Odg presentato da Sergio Bellavita che parlava di Expo, mafia,lavoro gratis e lavoro in nero, e di operai  della scala che si rifiutano di lavorare il 1 maggio.
Landini ha preferito non prendere posizione e non dire la sua a riguardo .
Questa è la FIOM di Landini: la FIOM per lui e frequentare salotti, trasmissione, convegni con intellettuali e borghesi, ha perso il senso della fabbrica, la lotta,fare l’operaio. E’ da anni che non sa
cosa vuol dire lavorare in fabbrica, è meglio che torni a saldare.
Un tesserato FIOM CGIL

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.