Archive for Settembre 11th, 2014

  • In fabbrica hanno fatto le prove generali con noi operai, vogliono vedere se con la nuova tecnologia riusciamo a fare una macchina al minuto. Prova superata! Ho detto a un capo: adesso con questa crisi, bisogna vedere se si riesce a vendere una macchina al minuto! Mi ha risposto: se non vuoi lavorare puoi restare a casa!! se non vuoi lavorare puoi restare a casa!! Adesso ho capito perché continua a fare il capo: il registratore che il padrone ha inserito nella sua testa ancora funziona!!    UN OPERAIO DELLA FIAT DI MELFI Facebook Comments 0

    PERCHE’ CONTINUA A FARE IL CAPO

    In fabbrica hanno fatto le prove generali con noi operai, vogliono vedere se con la nuova tecnologia riusciamo a fare una macchina al minuto. Prova superata! Ho detto a un capo: adesso con questa crisi, bisogna vedere se si riesce a vendere una macchina al minuto! Mi ha risposto: se non vuoi lavorare puoi restare a casa!! se non vuoi lavorare puoi restare a casa!! Adesso ho capito perché continua a fare il capo: il registratore che il padrone ha inserito nella sua testa ancora funziona!!    UN OPERAIO DELLA FIAT DI MELFI Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Renzi e Padoan parlano di crescita La produzione dell’industria italiana, nel 2013 ha perso un ulteriore 5% per arrivare a circa -25% rispetto al 2007. . Secondo Bruxelles, nelle stesse condizioni dell’Italia ci sono Belgio, Gran Bretagna, Austria, Francia, Svezia Finlandia e Lussemburgo. A pesare sul rallentamento della crescita della produttività è soprattutto l’inefficienza nell’allocazione delle risorse: il tasso di investimento dell’Italia è paragonabile a quello di altri paesi della zona euro, ma il suo livello di efficienza del capitale è inferiore e in diminuzione. “Si tratta – si legge nel rapporto – di un […] 0

    IL CALO DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE IN ITALIA

    Redazione di Operai Contro, Renzi e Padoan parlano di crescita La produzione dell’industria italiana, nel 2013 ha perso un ulteriore 5% per arrivare a circa -25% rispetto al 2007. . Secondo Bruxelles, nelle stesse condizioni dell’Italia ci sono Belgio, Gran Bretagna, Austria, Francia, Svezia Finlandia e Lussemburgo. A pesare sul rallentamento della crescita della produttività è soprattutto l’inefficienza nell’allocazione delle risorse: il tasso di investimento dell’Italia è paragonabile a quello di altri paesi della zona euro, ma il suo livello di efficienza del capitale è inferiore e in diminuzione. “Si tratta – si legge nel rapporto – di un […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, crolla il prezzo internazionale dei carburanti ma in Italia i listini non si muovono. Il prezzo dei carburanti va giù in picchiata, tranne che in Italia dove il prezzo della benzina e del gasolio non si muove. E questa è una cosa notevole perché quando il prezzo del petrolio va giù e quello della benzina resta fermo, i petrolieri obiettano che non bisogna guardare al prezzo del barile di greggio ma a quello dei carburanti raffinati (per i tecnici, le quotazioni Platt’s). Ma stavolta è proprio quel prezzo che scende, senza che da noi si avverta […] 0

    Renzi, l’amico dei petrolieri.

    Caro Operai Contro, crolla il prezzo internazionale dei carburanti ma in Italia i listini non si muovono. Il prezzo dei carburanti va giù in picchiata, tranne che in Italia dove il prezzo della benzina e del gasolio non si muove. E questa è una cosa notevole perché quando il prezzo del petrolio va giù e quello della benzina resta fermo, i petrolieri obiettano che non bisogna guardare al prezzo del barile di greggio ma a quello dei carburanti raffinati (per i tecnici, le quotazioni Platt’s). Ma stavolta è proprio quel prezzo che scende, senza che da noi si avverta […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Finalmente un intellettuale ha il coraggio di fare una critica al gangster Renzi. Non sono d’accordo con le idee di Saviano, ma sono d’accordo con la critica che fa a Renzi. Gli altri intellettuali aiutano Renzi a leccarsi il gelato Un operaio di Torino Roberto Saviano critica Matteo Renzi e il suo stile di governo. Lo scrittore interviene tramite la sua rubrica sul settimanale “L’Espresso”, “l’antitaliano”. “Si pensava che con l’uscita di scena di Silvio Berlusconi, quell’eterno rinvio ai tipici personaggi della commedia all’italiana fosse esaurito. Si sperava che il pagliaccio e l’abile battutista con […] 0

    Saviano attacca Renzi: “è solo un battutista”

    Redazione di Operai Contro, Finalmente un intellettuale ha il coraggio di fare una critica al gangster Renzi. Non sono d’accordo con le idee di Saviano, ma sono d’accordo con la critica che fa a Renzi. Gli altri intellettuali aiutano Renzi a leccarsi il gelato Un operaio di Torino Roberto Saviano critica Matteo Renzi e il suo stile di governo. Lo scrittore interviene tramite la sua rubrica sul settimanale “L’Espresso”, “l’antitaliano”. “Si pensava che con l’uscita di scena di Silvio Berlusconi, quell’eterno rinvio ai tipici personaggi della commedia all’italiana fosse esaurito. Si sperava che il pagliaccio e l’abile battutista con […]

    Continue Reading

  • Redazione, E’ stato raggiunto l’accordo tra i 28 paesi dell’Unione europea per la pubblicazione domani del nuovo pacchetto di sanzioni alla Russia. Le sanzioni erano state approvate Lunedì, ma non tutti erano d’accordo In Ucraina va  avanti una doppia guerra – sul campo si scontrano i ribelli e le truppe di Kiev – UE e Russi si scontrano con le sanzioni 20 settembre incontro Ue-Russia-Ucraina sul gas. Dopo le segnalazioni di Polonia e Germania, che hanno lamentato una riduzione del flusso di gas dalla Russia, la Commissione europea ha annunciato che riprenderanno il 20 settembre a Berlino i negoziati […] 0

    UE NUOVE SANZIONI ALLA RUSSIA

    Redazione, E’ stato raggiunto l’accordo tra i 28 paesi dell’Unione europea per la pubblicazione domani del nuovo pacchetto di sanzioni alla Russia. Le sanzioni erano state approvate Lunedì, ma non tutti erano d’accordo In Ucraina va  avanti una doppia guerra – sul campo si scontrano i ribelli e le truppe di Kiev – UE e Russi si scontrano con le sanzioni 20 settembre incontro Ue-Russia-Ucraina sul gas. Dopo le segnalazioni di Polonia e Germania, che hanno lamentato una riduzione del flusso di gas dalla Russia, la Commissione europea ha annunciato che riprenderanno il 20 settembre a Berlino i negoziati […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Montezemolo è stato licenziato da Marchionne con 27 Milioni d euro di buona uscita Operai quando i sindacalisti mazzettari chiedono pochi euro di aumento per noi operai Marchionne rifiuta Il gangster Renzi ha dato per pochi mesi 80 euro ad alcuni e va in giro dicendo che ci ha arricchiti Operai Dobbiamo accettare tutto questo? Dobbiamo accettare i licenziamenti della Fiat? Operai Perché non portare la nostra lotta dalla fabbrica a tutta la città? Basta con i padroni Facebook Comments 0

    MONTEZEMOLO: 27 MILIONI DI EURO DI BUONA USCITA

    Redazione di Operai Contro, Montezemolo è stato licenziato da Marchionne con 27 Milioni d euro di buona uscita Operai quando i sindacalisti mazzettari chiedono pochi euro di aumento per noi operai Marchionne rifiuta Il gangster Renzi ha dato per pochi mesi 80 euro ad alcuni e va in giro dicendo che ci ha arricchiti Operai Dobbiamo accettare tutto questo? Dobbiamo accettare i licenziamenti della Fiat? Operai Perché non portare la nostra lotta dalla fabbrica a tutta la città? Basta con i padroni Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, “Se continuano a dilagare incontrastati, i jihadisti di Isis possono diventare una minaccia crescente non solo in quell’area, ma per gli Stati Uniti”. Con queste parole l’assassino Barack Obama ha annunciato il salto d’intensità nell’impegno militare americano in Iraq e in Siria. Ne ha definito però anche i limiti. Ci sarà “una campagna sistematica di attacchi aerei” contro le basi dello Stato islamico, non più solo sul territorio iracheno ma anche in Siria. Non sono bastate le polpette avvelenate date ai Kurdi. Non basta l’esercito fantoccio di Bagdad. Non basta l’esercito Iraniano. Non bastano i […] 0

    OBAMA L’ASSASSINO DECIDE UNA NUOVA MISSIONE PER DISTRUGGERE L’ISIS

    Redazione di Operai Contro, “Se continuano a dilagare incontrastati, i jihadisti di Isis possono diventare una minaccia crescente non solo in quell’area, ma per gli Stati Uniti”. Con queste parole l’assassino Barack Obama ha annunciato il salto d’intensità nell’impegno militare americano in Iraq e in Siria. Ne ha definito però anche i limiti. Ci sarà “una campagna sistematica di attacchi aerei” contro le basi dello Stato islamico, non più solo sul territorio iracheno ma anche in Siria. Non sono bastate le polpette avvelenate date ai Kurdi. Non basta l’esercito fantoccio di Bagdad. Non basta l’esercito Iraniano. Non bastano i […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, redditi delle famiglie fermi a 30 anni fa. Lo conferma l’indagine della Confcommercio. Per 30 anni abbiamo lavorato solo per arricchire i padroni, e per mantenere politici e sindacalisti che ci hanno imposto sacrifici di ogni genere. Casa, carburanti, assicurazioni hanno raggiunto i livelli massimi: sono pari al 41% del totale dei consumi. Ogni pazienza ha un limite. Saluti da un lettore. Allego brani da un articolo del Corriere sui dati della Confcommercio. Il dato di partenza resta quello della difficoltà di arrivare a fine mese: il reddito disponibile delle famiglie italiane è infatti fermo ai […] 0

    30 ANNI SOLO PER ARRICCHIRE I PADRONI

    Caro Operai Contro, redditi delle famiglie fermi a 30 anni fa. Lo conferma l’indagine della Confcommercio. Per 30 anni abbiamo lavorato solo per arricchire i padroni, e per mantenere politici e sindacalisti che ci hanno imposto sacrifici di ogni genere. Casa, carburanti, assicurazioni hanno raggiunto i livelli massimi: sono pari al 41% del totale dei consumi. Ogni pazienza ha un limite. Saluti da un lettore. Allego brani da un articolo del Corriere sui dati della Confcommercio. Il dato di partenza resta quello della difficoltà di arrivare a fine mese: il reddito disponibile delle famiglie italiane è infatti fermo ai […]

    Continue Reading