Archive for Agosto, 2014

  • Redazione di operai Contro, L’embargo russo all’importazione di prodotti agricoli da Ue, Usa, Norvegia, Australia e Canada, sta causando scompiglio e seri danni economici sui mercati europei. I padroni piangono, a breve licenzieranno i loro operai accusando la Russia. La guerra commerciale è in pieno svolgimento, la guerra militare ne è l’antefatto e il proseguimento. La Commissione europea ha creato una speciale autorità incaricata di valutare le conseguenze dell’embargo russo sui prodotti agroalimentari provenienti dall’Ue. Il pregiudizio globale annuo potrebbe essere di 12 miliardi di dollari, mentre i fondi europei a disposizione per risarcire gli agricoltori ammontano a 400 […] 0

    L’EMBARGO RUSSO SCUOTE I MERCATI EUROPEI  

    Redazione di operai Contro, L’embargo russo all’importazione di prodotti agricoli da Ue, Usa, Norvegia, Australia e Canada, sta causando scompiglio e seri danni economici sui mercati europei. I padroni piangono, a breve licenzieranno i loro operai accusando la Russia. La guerra commerciale è in pieno svolgimento, la guerra militare ne è l’antefatto e il proseguimento. La Commissione europea ha creato una speciale autorità incaricata di valutare le conseguenze dell’embargo russo sui prodotti agroalimentari provenienti dall’Ue. Il pregiudizio globale annuo potrebbe essere di 12 miliardi di dollari, mentre i fondi europei a disposizione per risarcire gli agricoltori ammontano a 400 […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i borghesi provano orrore per quanto avviene in Iraq. I borghesi parlano di umanità I borghesi fanno finta di dimenticare la loro ferocia Quando nel 1871 sconfissero a Parigi i Comunardi, fucilarono più di 20000 operai, mentre altre migliaia dovettero scappare all’estero. Da Wikipedia, l’enciclopedia libera. La Comune di Parigi è il governo democratico–socialista che diresse Parigi dal 18 marzo al 28 maggio 1871. A seguito delle sconfitte militari della Francia contro la Prussia, il 4 settembre 1870 la popolazione di Parigi impose la proclamazione della Repubblica, contando di ottenere riforme sociali e la prosecuzione della guerra. Quando il governo provvisorio deluse le sue aspettative e l’Assemblea […] 0

    Comune di Parigi (1871)

    Redazione di Operai Contro, i borghesi provano orrore per quanto avviene in Iraq. I borghesi parlano di umanità I borghesi fanno finta di dimenticare la loro ferocia Quando nel 1871 sconfissero a Parigi i Comunardi, fucilarono più di 20000 operai, mentre altre migliaia dovettero scappare all’estero. Da Wikipedia, l’enciclopedia libera. La Comune di Parigi è il governo democratico–socialista che diresse Parigi dal 18 marzo al 28 maggio 1871. A seguito delle sconfitte militari della Francia contro la Prussia, il 4 settembre 1870 la popolazione di Parigi impose la proclamazione della Repubblica, contando di ottenere riforme sociali e la prosecuzione della guerra. Quando il governo provvisorio deluse le sue aspettative e l’Assemblea […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, Federica Mogherini ministro degli Esteri del governo Renzi, è stata nominata nuovo Alto rappresentante della politica estera e di sicurezza comune in europa. La Mogherini dovrà rappresentare la mediazione d’interessi fra padroni banche e stati europei. I meriti della sua carriera: padrini e correnti giuste nella stessa fonte battesimale. Una carriera costruita dentro il partito sotto l’ala protettiva di D’alema prima e Veltroni che affidò a suo marito l’Ufficio relazioni internazionali di Roma. Mogherini fu poi frenceschiniana, nonché sostenitrice di Bersani e ora di Renzi. Con queste premesse i padroni Italiani sono ben rappresentati. Saluti da […] 0

    Il nuovo ministro degli Esteri europeo

    Caro Operai Contro, Federica Mogherini ministro degli Esteri del governo Renzi, è stata nominata nuovo Alto rappresentante della politica estera e di sicurezza comune in europa. La Mogherini dovrà rappresentare la mediazione d’interessi fra padroni banche e stati europei. I meriti della sua carriera: padrini e correnti giuste nella stessa fonte battesimale. Una carriera costruita dentro il partito sotto l’ala protettiva di D’alema prima e Veltroni che affidò a suo marito l’Ufficio relazioni internazionali di Roma. Mogherini fu poi frenceschiniana, nonché sostenitrice di Bersani e ora di Renzi. Con queste premesse i padroni Italiani sono ben rappresentati. Saluti da […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, avete scritto tempo addietro che in Ucraina è in atto un conflitto tra UE e USA da una parte e Russi dall’altra. La posta in gioco è l’Ucraina Gli operai Ucraini sono stati divisi una parte con UE e USA e una parte con i Russi “Dobbiamo dire chiaramente che se la Russia è in guerra con l’Ucraina, Paese che vuole entrare in Ue, è come se fosse in guerra con l’Europae per questo dobbiamo aiutare l’Ucraina militarmente affinché si difenda”, ha detto ad esempio il presidente lituano Dalia Grybauskaite entrando al summit Ue. Ma ben presto si […] 1

    IN UCRAINA SI PREPARA LA TERZA GUERRA MONDIALE

    Redazione di Operai Contro, avete scritto tempo addietro che in Ucraina è in atto un conflitto tra UE e USA da una parte e Russi dall’altra. La posta in gioco è l’Ucraina Gli operai Ucraini sono stati divisi una parte con UE e USA e una parte con i Russi “Dobbiamo dire chiaramente che se la Russia è in guerra con l’Ucraina, Paese che vuole entrare in Ue, è come se fosse in guerra con l’Europae per questo dobbiamo aiutare l’Ucraina militarmente affinché si difenda”, ha detto ad esempio il presidente lituano Dalia Grybauskaite entrando al summit Ue. Ma ben presto si […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Attila al confronto dei mussulmani dell’ISIS era un cherichetto. Ecco come li descrive la Repubblica: “ L’orrore dello Stato islamico continua. I jihadisti sunniti dell’Is hanno decapitato, molto probabilmente in Siria, un soldato libanese che faceva parte di un gruppo di 19 militari sequestrato qualche settimana fa dai miliziani al confine con il Libano. Il video della decapitazione è stato pubblicato sul web. Nel filmato il soldato, Ali al-Sayyed, è bendato e con le mani legate dietro la schiena, un miliziano legge la sua condanna a morte e l’altro gli taglia di netto la testa. Si tratta dell’ennesima […] 0

    COALIZIONE INTERNAZIONALE CONTRO L’ESERCITO DELLO STATO ISLAMICO

    Redazione di Operai Contro, Attila al confronto dei mussulmani dell’ISIS era un cherichetto. Ecco come li descrive la Repubblica: “ L’orrore dello Stato islamico continua. I jihadisti sunniti dell’Is hanno decapitato, molto probabilmente in Siria, un soldato libanese che faceva parte di un gruppo di 19 militari sequestrato qualche settimana fa dai miliziani al confine con il Libano. Il video della decapitazione è stato pubblicato sul web. Nel filmato il soldato, Ali al-Sayyed, è bendato e con le mani legate dietro la schiena, un miliziano legge la sua condanna a morte e l’altro gli taglia di netto la testa. Si tratta dell’ennesima […]

    Continue Reading

  • Egregio Direttore, dai politici ai giornali c’è unanime allarmismo sul fatto che i prezzi al consumo sarebbero scesi dello 0,1% rispetto al 2013. L’allarme è annunciato sconvolgente perché non accadeva dal 1959. Ma negli ultimi anni quanto è diminuita la massa dei salari rispetto all’andamento dei prezzi? Eppure dobbiamo continuare a sopravvivere, con salari ridotti e con espedienti per quanti di noi sono disoccupati. Visto che negli ultimi anni la massa dei salari è precipitata, perché dovremo allarmarci se i prezzi al consumo dopo 55 anni sono scesi di un inezia rispetto ai salari? Oltretutto la contrazione della produzione […] 0

    Viva la deflazione!

    Egregio Direttore, dai politici ai giornali c’è unanime allarmismo sul fatto che i prezzi al consumo sarebbero scesi dello 0,1% rispetto al 2013. L’allarme è annunciato sconvolgente perché non accadeva dal 1959. Ma negli ultimi anni quanto è diminuita la massa dei salari rispetto all’andamento dei prezzi? Eppure dobbiamo continuare a sopravvivere, con salari ridotti e con espedienti per quanti di noi sono disoccupati. Visto che negli ultimi anni la massa dei salari è precipitata, perché dovremo allarmarci se i prezzi al consumo dopo 55 anni sono scesi di un inezia rispetto ai salari? Oltretutto la contrazione della produzione […]

    Continue Reading

  • Vorrei dare conto, anche se in ritardo, di alcune notizie che mi hanno colpito quest’estate. Non parlo di fatti che rubano la scena della cronaca per lungo tempo, ampiamente analizzati anche su queste pagine, ma di vicende fugaci, spesso utilizzate per  “formare” l’opinione pubblica.  OLIO CONTRAFFATTO. Quest’estate è stata scoperta una mega truffa alimentare che ha coinvolto diverse regioni italiane. La base operativa era collocata in Puglia, ad Andria, ma l’olio contraffatto è stato smerciato in tutta Italia, anche in Toscana dove veniva venduto con etichette regionali. Di solito le vicende di frodi rubano poco tempo agli onori della […] 0

    DENTRO LE NOTIZIE ESTIVE.

    Vorrei dare conto, anche se in ritardo, di alcune notizie che mi hanno colpito quest’estate. Non parlo di fatti che rubano la scena della cronaca per lungo tempo, ampiamente analizzati anche su queste pagine, ma di vicende fugaci, spesso utilizzate per  “formare” l’opinione pubblica.  OLIO CONTRAFFATTO. Quest’estate è stata scoperta una mega truffa alimentare che ha coinvolto diverse regioni italiane. La base operativa era collocata in Puglia, ad Andria, ma l’olio contraffatto è stato smerciato in tutta Italia, anche in Toscana dove veniva venduto con etichette regionali. Di solito le vicende di frodi rubano poco tempo agli onori della […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, 110 bombardamenti USA contro l’ISIS, ma i risultati sono zero. L’ISIS è ancora a Mosul. Gli USA non possono prendere il petrolio. Il Comando Centrale degli Stati Uniti ha annunciato di aver condotto oggi quattro attacchi aerei, portando il totale dei raid a 110 da quando è cominciata la missione americana l’8 agosto. I raid hanno distrutto 4 veicoli armati, danneggiato uno e distrutto tre veicoli di supporto allo Stato islamico vicino alla diga di Mossul. Secondo il Comando centrale militare Usa (Centcom) i bombardamenti sono stati condotti per sostenere le operazioni delle forze di […] 0

    Iraq, continuano raid Usa contro postazioni Isis: dall’8 agosto sono 110

    Redazione di Operai Contro, 110 bombardamenti USA contro l’ISIS, ma i risultati sono zero. L’ISIS è ancora a Mosul. Gli USA non possono prendere il petrolio. Il Comando Centrale degli Stati Uniti ha annunciato di aver condotto oggi quattro attacchi aerei, portando il totale dei raid a 110 da quando è cominciata la missione americana l’8 agosto. I raid hanno distrutto 4 veicoli armati, danneggiato uno e distrutto tre veicoli di supporto allo Stato islamico vicino alla diga di Mossul. Secondo il Comando centrale militare Usa (Centcom) i bombardamenti sono stati condotti per sostenere le operazioni delle forze di […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, il dittatore egiziano teme di essere il prossimo a saltare a causa delle milizie mussulmane. Il dittatore egiziano ha un suo piano. Il piano egiziano “verrà illustrato dal presidente al-Sisi al Consiglio di sicurezza dell’Onu” e prevede una serie di misure, monitorate da un comitato dei Paesi confinanti. Le misure  vanno dal cessate il fuoco al disarmo delle milizie mussulmane. I Paesi confinanti, riunitisi lunedì al Cairo (oltre all’Egitto, il Ciad, la Tunisia, l’Algeria e il Sudan) hanno accettato il progetto, si afferma, e riconosciuto la piena legittimità del Parlamento libico eletto a giugno, costretto […] 0

    Il piano del dittatore egiziano Abdel Fattah al-Sisi per la Libia

    Redazione di Operai Contro, il dittatore egiziano teme di essere il prossimo a saltare a causa delle milizie mussulmane. Il dittatore egiziano ha un suo piano. Il piano egiziano “verrà illustrato dal presidente al-Sisi al Consiglio di sicurezza dell’Onu” e prevede una serie di misure, monitorate da un comitato dei Paesi confinanti. Le misure  vanno dal cessate il fuoco al disarmo delle milizie mussulmane. I Paesi confinanti, riunitisi lunedì al Cairo (oltre all’Egitto, il Ciad, la Tunisia, l’Algeria e il Sudan) hanno accettato il progetto, si afferma, e riconosciuto la piena legittimità del Parlamento libico eletto a giugno, costretto […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai Contro, Renzi sblocca l’Italia? Tutti i leccaculo della carta stampata e della TV ripetono festosi l’allegra notizia. Ma che cazzo ha sbloccato Renzi. In Italia solamente i licenziamenti non si sono mai bloccati Solo nel mese di luglio 30000 licenziamenti 10 miliardi di euro, forse saranno regalati alle imprese da Renzi La crisi avanza Squinzi prega per il miracolo Renzi sblocca l’Italia? Ma quando noi operai ci sveglieremo? Un operaio in CIG Facebook Comments 1

    RENZI SBLOCCA L’ITALIA?

    Redazione di operai Contro, Renzi sblocca l’Italia? Tutti i leccaculo della carta stampata e della TV ripetono festosi l’allegra notizia. Ma che cazzo ha sbloccato Renzi. In Italia solamente i licenziamenti non si sono mai bloccati Solo nel mese di luglio 30000 licenziamenti 10 miliardi di euro, forse saranno regalati alle imprese da Renzi La crisi avanza Squinzi prega per il miracolo Renzi sblocca l’Italia? Ma quando noi operai ci sveglieremo? Un operaio in CIG Facebook Comments

    Continue Reading