Abolizione delle provincie? propaganda elettorale!

Caro Operai Contro, salvo la buona fede bisogna sputare in faccia a chi propaganda come un risparmio l’abolizione delle provincie. Chiunque volesse guardare oltre il polverone, scoprirebbe che si tratta di una gran bufala, a puro scopo e fine di propaganda elettorale. 1°) Renzi e i suoi collaboratori tacciono sul fatto che, solo la riforma del Titolo V della Costituzione, con passaggio obbligato nei due rami del Parlamento, potrà cancellare l’istituzione delle Province. 2°) Questa “riforma” non è nel programma di Renzi subito, e se ne guarda bene dal metterla prima delle elezioni. 3°) Il giorno che spariranno le […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

salvo la buona fede bisogna sputare in faccia a chi propaganda come un risparmio l’abolizione delle provincie. Chiunque volesse guardare oltre il polverone, scoprirebbe che si tratta di una gran bufala, a puro scopo e fine di propaganda elettorale.

1°) Renzi e i suoi collaboratori tacciono sul fatto che, solo la riforma del Titolo V della Costituzione, con passaggio obbligato nei due rami del Parlamento, potrà cancellare l’istituzione delle Province.

2°) Questa “riforma” non è nel programma di Renzi subito, e se ne guarda bene dal metterla prima delle elezioni.

3°) Il giorno che spariranno le provincie, tutto l’apparato che le formano e che vi ruota intorno, sarà impiegato a pagato profumatamente in altre attività pubbliche, agenzie, e 10 (per ora), “Città Metropolitane”.

4°) Nessuno occupato oggi nelle provincie, politico, tecnico o burocrate che sia, rischia di finire licenziato senza lavoro e senza salario come avviene per gli operai, lavoratori e comuni mortali al di fuori delle caste e dei carrozzoni clientelari.

5°) Gli operai e i lavoratori manuali delle provincie sono già stati licenziati e sostituiti dalle imprese esterne, con relativo intrallazzo negli appalti.

6°) Fatta salva la buona fede, sputare in faccia a tutti quanti parlano di risparmio con l’abolizione delle provincie.

Saluti Oxervator.

Condividi:

Facebook Comments

1 Comment

  1. popoff2004

    Renzi ha sdoppiato il potere di comando delle provincie creando le città metropolitane che andranno, a regime, a sostituire le provincie per quei comuni che aderiranno mentre per quelli che non aderiranno rimarranno le vecchie provincie, qual è il risparmio? Inoltre ha tolto la possibilità ai cittadini di eleggere il proprio presidente della provincia lasciando ai Sindaci ed ai Consiglieri comunali la facoltà di farlo (Democrazia delegata) così quando ognuno di noi andrà a votare il Sindaco andrà anche a dare la delega per l’elezione del Presidente della Provincia. Il tutto avverrà attraverso un complesso calcolo di pesatura dei voti che in pratica riduce quasi a zero la possibilità per un piccolo paesino di contare qualcosa nello scenario provinciale o metropolitano.