NON E’ PIU’ TEMPO DI PETTINARE LE BAMBOLE

DIBATTITO PER COSTRUIRE IL PARTITO OPERAIO Redazione di Operai Contro, sono un operaio di Torino. Anche io sono un lettore storico del giornale. L’intervento di Piero mi trova concorde Apprezzo lo sforzo del giornale di dare la voce nelle corrispondenze e nei commenti agli operai e non che sono d’accordo con la lotta per l’abolizione del lavoro salariato. Spesso ho letto lettere e commenti favorevoli al partito operaio Raccolgo l’invito di Massimo dell’INNSE e mando il mio indirizzo e-mail alla redazione del giornale perché venga utilizzato per la conferenza operaia che dia vita organizzativa al partito. Ho riletto attentamente […]
Condividi:

DIBATTITO PER COSTRUIRE IL PARTITO OPERAIO

Redazione di Operai Contro,

sono un operaio di Torino. Anche io sono un lettore storico del giornale.

L’intervento di Piero mi trova concorde

Apprezzo lo sforzo del giornale di dare la voce nelle corrispondenze e nei commenti agli operai e non che sono d’accordo con la lotta per l’abolizione del lavoro salariato.

Spesso ho letto lettere e commenti favorevoli al partito operaio

Raccolgo l’invito di Massimo dell’INNSE e mando il mio indirizzo e-mail alla redazione del giornale perché venga utilizzato per la conferenza operaia che dia vita organizzativa al partito.

Ho riletto attentamente OC n 132  l’articolo ” L’inizio fu il partito operaio informale”

Concordo con l’articolo pienamente

Ricordo agli altri operai e non l’inizio dell’articolo:

Organizzarsi ed agire come operai è già un programma, nel momento in cui gli operai, come tali, si riuniscono e cercano una via d’uscita dalla loro precaria condizione sociale trovano già, in questa
ricerca, i mezzi e i modi per attuarla. Non hanno bisogno di un programma già pronto, elaborato in tutti i particolari, un elenco di obiettivi a metà strada fra grandi fanfaronate e piccoli effimeri risultati.

Antonio

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.