NUOVO ACCORDO FRA GANGSTER SULLA LEGGE ELETTORALE

Redazione di Operai Contro, Prosegue l’accordo fra in gangster Berlusconi e Renzi Le modifiche sono le seguenti: Il testo della modifica prevede dunque che sia soppresso l’intero articolo 2 della legge, che disciplina l’elezione del Senato e il riferimento a Palazzo Madama andrebbe eliminato anche dal titolo delle riforme. “Il fatto che il Senato abbia o no la norma elettorale nel momento in cui abbiamo deciso di superare il Senato è secondario, è un tema per addetti ai lavori”, ha chiosato il premier. Uno strappo che rischia però di alimentare nuove tensioni all’interno dei democratici.  “Ma si è mai […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Prosegue l’accordo fra in gangster Berlusconi e Renzi

Le modifiche sono le seguenti:

Il testo della modifica prevede dunque che sia soppresso l’intero articolo 2 della legge, che disciplina l’elezione del Senato e il riferimento a Palazzo Madama andrebbe eliminato anche dal titolo delle riforme.

“Il fatto che il Senato abbia o no la norma elettorale nel momento in cui abbiamo deciso di superare il Senato è secondario, è un tema per addetti ai lavori”, ha chiosato il premier.

Uno strappo che rischia però di alimentare nuove tensioni all’interno dei democratici.  “Ma si è mai visto un sistema politico bicamerale con due leggi diverse per ognuna delle due Camere? Mi appello a Napolitano per sapere se va tutto bene”, si lamenta Pippo Civati, esponente della minoranza Pd.

Positivo invece il giudizio di Gianni Cuperlo che parla di “un bel passo avanti”. “Stralciare le norme sul Senato e agganciare con più chiarezza la legge elettorale alla riforma costituzionale – prosegue – va nella direzione di dare al Paese una legge elettorale efficace e seria”.

La soddisfazione di Renzi è condivisa solo in parte anche da Berlusconi. “Come ulteriore atto di collaborazione, nell’interesse del Paese, a un percorso riformatore verso un limpido bipolarismo e un ammodernamento dell’assetto istituzionale – afferma il Cavaliere – manifestiamo la nostra disponibilità a una soluzione ragionevole che, nel disegnare la nuova legge elettorale, ne limiti l’efficacia alla sola Camera dei deputati, accettando lo spirito dell’emendamento 2.3”.

I gangster Renzi e Berlusconi fingono di non sapere che il partito che ha più voti in italia è quello del non voto

Un lettore

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.