ULTIMATUM DELLA RUSSIA

Il comandante della flotta russa del Mar Nero Aleksandr Vitko ha lanciato un ultimatum ai militari ucraini di arrendersi entro le 05.00 di martedì mattina, minacciando altrimenti un assalto ai reparti dell’esercito ucraino in tutta la Crimea. E così, dopo l’avvertimento del primo ministro ucraino Arseni Iatseniuk che ha fatto la voce grossa con Mosca – proprio mentre arrivava la notizia che si terrà giovedì il vertice straordinario dei capi di Stato e di governo della Ue per trovare una posizione comune sulla crisi dell’Ucraina – arriva la replica di Mosca che fa soffiare sempre più forti i venti di guerra sui due paesi. […]
Condividi:

Il comandante della flotta russa del Mar Nero Aleksandr Vitko ha lanciato un ultimatum ai militari ucraini di arrendersi entro le 05.00 di martedì mattina, minacciando altrimenti un assalto ai reparti dell’esercito ucraino in tutta la Crimea.

E così, dopo l’avvertimento del primo ministro ucraino Arseni Iatseniuk che ha fatto la voce grossa con Mosca – proprio mentre arrivava la notizia che si terrà giovedì il vertice straordinario dei capi di Stato e di governo della Ue per trovare una posizione comune sulla crisi dell’Ucraina – arriva la replica di Mosca che fa soffiare sempre più forti i venti di guerra sui due paesi.

Secondo l’agenzia Itar-Tass però, la situazione sul territorio è in rapida evoluzione. Almeno 100 filorussi hanno fatto irruzione nella sede dell’amministrazione regionale di Donetsk, nella russofona Ucraina orientale.

Gli uomini hanno occupato alcuni degli 11 piani dell’edificio, sul quale già da tre giorni sventola il tricolore russo.

Gli insorti all’interno del palazzo sono alcune centinaia. Il blitz è scaturito mentre alcune migliaia di filorussi stavano manifestando davanti alla sede della Regione di Donetsk per contestare il nuovo governatore Serghii Taruta, un influente oligarca nominato dal presidente ucraino ad interim, Oleksandr Turcinov.

Il parlamento regionale di Donetsk ha annunciato di voler convocare un referendum sullo status della regione, come ha fatto la repubblica autonoma di Crimea. Hanno votato a favore in 98, 3 contro e 3 astenuti. Lo riferisce un giornale locale on line, 62.ua.

Dei caccia russi inoltre, hanno violato per due volte lo spazio aereo ucraino sul Mar Nero.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.