Archive for Febbraio 19th, 2014

  • Dopo mesi di indagine, analisi di studi, ascolto di consulenti, la procura di Savona accusa in modo diretto Tirreno Power di aver ucciso. Per il procuratore Francantonio Granero le emissioni della centrale a carbone di Vado hanno causato 400 morti tra il 2000 e il 2007. “Senza la centrale di Vado tanti decessi non vi sarebbero stati”, ha detto. E l’affermazione non si basa su un calcolo algoritmico, come era emerso in passato, ma su dati reali. Secondo il procuratore, ci sarebbero stati anche “tra i 1700 e i 2000 ricoveri di adulti per malattie respiratorie e cardiovascolari e […] 0

    la ‘Tirreno Power’ può aver fatto 400 morti

    Dopo mesi di indagine, analisi di studi, ascolto di consulenti, la procura di Savona accusa in modo diretto Tirreno Power di aver ucciso. Per il procuratore Francantonio Granero le emissioni della centrale a carbone di Vado hanno causato 400 morti tra il 2000 e il 2007. “Senza la centrale di Vado tanti decessi non vi sarebbero stati”, ha detto. E l’affermazione non si basa su un calcolo algoritmico, come era emerso in passato, ma su dati reali. Secondo il procuratore, ci sarebbero stati anche “tra i 1700 e i 2000 ricoveri di adulti per malattie respiratorie e cardiovascolari e […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, l’Italia è il paese del sole,dei pomodori e delle canzonette Mentre cinque milioni di disoccupati e una decina di milioni di poveri si aggirano per il paese, la televisione ci invita a seguire le canzonette. Fabio Fazio e la Litizzetto continuano con il loro ritornello di stupidaggini Due precari di Napoli chiedono che sia letta la loro protesta, Grillo fa la sua solita comparsata Non ce  l’ho con Fazio e la Litizzetto. Non ce l’ho con la TV dei padroni Mi chiedo solo dove son finiti disoccupati e poveri? Un osservatore Facebook Comments 0

    SANREMO: ITALIA IL PAESE DELLE CANZONETTE

    Redazione di Operai Contro, l’Italia è il paese del sole,dei pomodori e delle canzonette Mentre cinque milioni di disoccupati e una decina di milioni di poveri si aggirano per il paese, la televisione ci invita a seguire le canzonette. Fabio Fazio e la Litizzetto continuano con il loro ritornello di stupidaggini Due precari di Napoli chiedono che sia letta la loro protesta, Grillo fa la sua solita comparsata Non ce  l’ho con Fazio e la Litizzetto. Non ce l’ho con la TV dei padroni Mi chiedo solo dove son finiti disoccupati e poveri? Un osservatore Facebook Comments

    Continue Reading

  • La nave carica di minerale necessario a tenere in vita l’altoforno presso le acciaierie LUCCHINI di Piombino alla fine arriverà, con un via libera dato l’ultimo giorno utile disponibile. Il commissario straordinario dello stabilimento Piero Nardi sta ormai gestendo la faccenda in funzione del palesato interesse all’acquisto da parte della società araba SMC, che pone come condizione quella del mantenimento in attività della struttura. A tale scopo è lo stesso Nardi a chiedere esplicitamente un “supporto finanziario per le materie prime” al gruppo chiudendosi poi in un ermetico “non è stato possibile finalizzare l’operazione ma si ritiene che si potrà procedere in tal senso”. […] 0

    LUCCHINI: NIENTE STOP ALL’ALTOFORNO, IN ARRIVO SMC

    La nave carica di minerale necessario a tenere in vita l’altoforno presso le acciaierie LUCCHINI di Piombino alla fine arriverà, con un via libera dato l’ultimo giorno utile disponibile. Il commissario straordinario dello stabilimento Piero Nardi sta ormai gestendo la faccenda in funzione del palesato interesse all’acquisto da parte della società araba SMC, che pone come condizione quella del mantenimento in attività della struttura. A tale scopo è lo stesso Nardi a chiedere esplicitamente un “supporto finanziario per le materie prime” al gruppo chiudendosi poi in un ermetico “non è stato possibile finalizzare l’operazione ma si ritiene che si potrà procedere in tal senso”. […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, la protesta in Ucraina è pericolosa,non solo per il burattino di Putin, ma per tutte la borghesia . Il popolo Ucraino con la sua protesta dimostra che è possibile combattere contro la polizia al servizio del potere. Il popolo Ucraino  non ha paura della morte, non ha niente da perdere oltre la miseria e le catene. Ora i cretinetti della sinistra Italiana diranno che la protesta è sovvenzionata dai borghesi occidentali. Qualche cretinetto dirà che gli Ucraini non rispettano tutti i dogmi della sinistra. Ora i cretinetti della destra italiana diranno che il popolo Ucraino […] 0

    UCRAINA: COME INIZIANO LE RIVOLUZIONI

    Redazione di Operai Contro, la protesta in Ucraina è pericolosa,non solo per il burattino di Putin, ma per tutte la borghesia . Il popolo Ucraino con la sua protesta dimostra che è possibile combattere contro la polizia al servizio del potere. Il popolo Ucraino  non ha paura della morte, non ha niente da perdere oltre la miseria e le catene. Ora i cretinetti della sinistra Italiana diranno che la protesta è sovvenzionata dai borghesi occidentali. Qualche cretinetto dirà che gli Ucraini non rispettano tutti i dogmi della sinistra. Ora i cretinetti della destra italiana diranno che il popolo Ucraino […]

    Continue Reading

  •   Dopo un lungo periodo di lotta dal giugno 2011 al luglio 2012 culminato con un attacco collettivo ai rappresentanti del padronato, era lampante che il medesimo sarebbe andato alla radice dell’organizzazione Operaia cercando di cambiare sostanzialmente la forza-lavoro.   COMPOSIZIONE DELLA FORZA-LAVORO: DIVISIONI SALARIALI E GERARCHIE GENERAZIONALI Dopo il 18 luglio 2012 circa 550 Operai a tempo indeterminato su 1000 sono stati licenziati. Per tentare di sostituirli circa 150 sono stati spostati dallo stabilimento di Gurgaon a quello di Manesar, in particolare presso il settore C, operativo dal luglio 2013, non senza alcuni brevi scioperi degli edili come […] 0

    ATTACCHI DIFENSIVI DI STATO E PADRONI: SINTESI DEGLI SVILUPPI INTERNI ED ESTERNI IN MARUTI SUZUKI DOPO IL 18 LUGLIO 2012

      Dopo un lungo periodo di lotta dal giugno 2011 al luglio 2012 culminato con un attacco collettivo ai rappresentanti del padronato, era lampante che il medesimo sarebbe andato alla radice dell’organizzazione Operaia cercando di cambiare sostanzialmente la forza-lavoro.   COMPOSIZIONE DELLA FORZA-LAVORO: DIVISIONI SALARIALI E GERARCHIE GENERAZIONALI Dopo il 18 luglio 2012 circa 550 Operai a tempo indeterminato su 1000 sono stati licenziati. Per tentare di sostituirli circa 150 sono stati spostati dallo stabilimento di Gurgaon a quello di Manesar, in particolare presso il settore C, operativo dal luglio 2013, non senza alcuni brevi scioperi degli edili come […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Venerdì 14 febbraio 2014 in SATA Spa stabilimento FIAT di San Nicola di Melfi, dove non si REGISTRANO infortuni da oltre 1000 giorni, a distanza di solo due settimane, secondo infortunio FANTASMA…….c’e stato ma non si è visto…….qualcuno si è fatto male????????????? e bene SI, questa volta il malcapitato è un manutentore dell’unità montaggio “UN DIPENDENTE SATA”, durante l’attività lavorativa, operando su un elettroutensile, ha riportato fratture multiple al polso e lungo l’avambraccio. Come da copione, l’incidente e l’infortunato non compaiono sulla gestione a vista dello stabilimento, il tabellone continua a contare “0” infortuni……..VERGOGNATEVI………..la missione […] 0

    I venerdi’ portano male? Chiedetelo alla SATA di Melfi

    Redazione di Operai Contro, Venerdì 14 febbraio 2014 in SATA Spa stabilimento FIAT di San Nicola di Melfi, dove non si REGISTRANO infortuni da oltre 1000 giorni, a distanza di solo due settimane, secondo infortunio FANTASMA…….c’e stato ma non si è visto…….qualcuno si è fatto male????????????? e bene SI, questa volta il malcapitato è un manutentore dell’unità montaggio “UN DIPENDENTE SATA”, durante l’attività lavorativa, operando su un elettroutensile, ha riportato fratture multiple al polso e lungo l’avambraccio. Come da copione, l’incidente e l’infortunato non compaiono sulla gestione a vista dello stabilimento, il tabellone continua a contare “0” infortuni……..VERGOGNATEVI………..la missione […]

    Continue Reading