Chi nel 2007 stava male, oggi sta peggio.

Redazione Operai Contro, Secondo i dati dell’Istat, dal documento “Reddito e condizione di vita”, risulta che dal 2007 al 2011 chi ci ha rimesso di più sono le famiglie più povere. Il reddito medio delle famiglie più povere, passa da 20.367 a 17.211 euro. Un calo del 15 %. Invece le famiglie più ricche scendono da 89.713 a 80.674 euro. Solo il 10%. La situazione però è ancora peggiore di ciò  che può sembrare. Quello che i crudi numeri non evidenziano è che togliere tremila euro ad un reddito già basso significa far precipitare nella miseria sempre più nera […]
Condividi:

Redazione Operai Contro,

Secondo i dati dell’Istat, dal documento “Reddito e condizione di vita”, risulta che dal 2007 al 2011 chi ci ha rimesso di più sono le famiglie più povere.

Il reddito medio delle famiglie più povere, passa da 20.367 a 17.211 euro.

Un calo del 15 %.

Invece le famiglie più ricche scendono da 89.713 a 80.674 euro. Solo il 10%.

La situazione però è ancora peggiore di ciò  che può sembrare.

Quello che i crudi numeri non evidenziano è che togliere tremila euro ad un reddito già basso significa far precipitare nella miseria sempre più nera chi già non arriva a fine mese.

Viceversa togliere 10 mila euro da chi ne guadagna 90 mila significherà per quella famiglia privarsi di qualcosa di certamente superfluo.

In buona sostanza, chi ci ha rimesso di più ed in modo determinante sono i più poveri.

I politici ci hanno rotto le palle, tutte le loro manovre sono servite ai padroni per compensare la diminuzione dei loro profitti causata dalla crisi di sistema.

 

sd

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.