IL NAZIONALISMO

Redazione di Operai Contro, oggi Massimo Franco nell’articolo di fondo del corsera cercando di difendere l’operato di Napolitano afferma che: Il vero pericolo è che anche questa possibilità si esaurisca, (cioè gli interventi di Napolitano nel governo) e il «dopo» sia disegnato e deciso direttamente dagli esponenti di un potere sovranazionale dal quale, piaccia o no, l’Italia non può prescindere. Tradotto significa che la borghesia italiana deve cercare di non farsi dominare, nella crisi, dalla borghesia europea. Il nazionalismo continua a farsi strada, la storia ci insegna che il passo successivo è la guerra. Ma agli operai cosa interessa […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

oggi Massimo Franco nell’articolo di fondo del corsera cercando di difendere l’operato di Napolitano afferma che: Il vero pericolo è che anche questa possibilità si esaurisca, (cioè gli interventi di Napolitano nel governo) e il «dopo» sia disegnato e deciso direttamente dagli esponenti di un potere sovranazionale dal quale, piaccia o no, l’Italia non può prescindere.

Tradotto significa che la borghesia italiana deve cercare di non farsi dominare, nella crisi, dalla borghesia europea.

Il nazionalismo continua a farsi strada, la storia ci insegna che il passo successivo è la guerra.

Ma agli operai cosa interessa se chi li sfrutta è un padrone tedesco, francese o italiano. Gli immigrati hanno imparato presto a capire che il padrone italiano non è diverso dagli altri.

Le borghesie europee o mondiali possono scontrarsi nella crisi per impadronirsi di altri profitti. Gli operai devono organizzarsi in partito, primo per non farsi portare al macello, secondo per combattere contro chi li sfrutta, italiano, tedesco o francese  che sia…

 

sd

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.