CINA – AFRICA

RASSEGNA STAMPA La cooperazione economica e commerciale Cina-Africa (2013) http://news.xinhuanet.com/english/china/2013-08/29/c_132673093.htm Premessa –  La Cina è divenuta nel 2009 il maggior partner commerciale dell’Africa, e l’Africa è la maggiore fonte di import e il secondo maggior mercato estero per progetti di costruzione e la quarta maggior destinazione di investimenti.     –  Nel 2012, il volume totale dell’interscambio Cina-Africa è stato di $198,49 MD, +19,3% sul 2011, di cui $85,319 MD erano export cinesi in Africa, + 16,7%, e $113,171 MD l’import della Cina dall’Africa, + 21,4%.     Nei 12 anni la quota dell’interscambio Cina-Africa sul rispettivo commercio estero […]
Condividi:

RASSEGNA STAMPA

La cooperazione economica e commerciale Cina-Africa (2013)

http://news.xinhuanet.com/english/china/2013-08/29/c_132673093.htm

Premessa

–  La Cina è divenuta nel 2009 il maggior partner commerciale dell’Africa, e l’Africa è la maggiore fonte di import e il secondo maggior mercato estero per progetti di costruzione e la quarta maggior destinazione di investimenti.

 

 

–  Nel 2012, il volume totale dell’interscambio Cina-Africa è stato di $198,49 MD, +19,3% sul 2011, di cui $85,319 MD erano export cinesi in Africa, + 16,7%, e $113,171 MD l’import della Cina dall’Africa, + 21,4%.

 

 

Nei 12 anni la quota dell’interscambio Cina-Africa sul rispettivo commercio estero dal 2,23% al 5,13% per la Cina (import 2,47-> 6,23%; export 2,02 ->4,16%).

Ancora più rilevanti gli aumenti per l’Africa: dal 3,82% al 16,13% complessivamente (export 3,6%  -> 18,07%; import 3,88% -> 14,11%).

Nel 2012, la quota dei prodotti meccanici ed elettrici sul totale dell’export di merci cinesi in Africa ha raggiunto il 45,9%.

Dal gennaio 2012, per i 30 paesi africani meno sviluppati che hanno relazioni diplomatiche con la Cina, sono stati eliminati i dazi per il 60% dei loro prodotti esportati. Aperta nel maggio 2011 un centro mostre per i prodotti africani nella città di Yiwu, provincia di Zhejiang, dove hanno esposto oltre 20 paesi africani.

 

 

 

Dal 2009, sono diminuiti gli IED in Africa, è invece accelerate la crescita degli IED della Cina, da $1,44 MD a$2,52 MD, + 20,5%/anno. Gli IED accumulati delal Cina in Africa da $9,33 MD a $21,23 MD, x 2,3 volte.

–  Attualmente oltre 2000 gruppi cinesi stanno investendo in oltre 50 paesi dell’Africa, in una serie di settori, agricoltura, minerario, costruzioni, trasformazione intensiva di risorse, manifattura, finanza, logistica commerciale, immobiliare.

 

 

 

 

 

–  A fine 2012 la Cina aveva siglato trattati investimenti bilaterali con 32 paesi africani; gli istituti fianziari cinesi hanno espanso il sostegno finanziario per l’Africa. È stato istituito il Fondo di Sviluppo Cina-Africa, che ha già investito $1806 MD in 53 progetti; istituito anche un prestito speciale per le PMI africane.

–  Nella Rep. Democratica del Congo, i gruppi cinesi hanno costruito ferrovie, ospedali ed altre infrastrutture pubbliche, ed estratto minerali di rame e cobalto. In Sudafrica i gruppi minerari cinesi hanno creato fondi  di dotazione per sanità, povertà ed educazone, e costruito impianti di trattamento acque.

Il manifatturiero è il principale settore di investimento della Cina in Africa

 

 

–  : nel 2009-2012 il volume degli IED dei gruppi cinesi è stato pari a $1,33MD, salito a $3,43MD a fine 2012.

–  I gruppi cinesi hanno investito anche in Mali (zuccherifici), Etiopia (vetro, pellicce, medicale, e auto) ed Uganda (tessile e tubi acciaio).

–  A fine 2012, gli IED cinesi nel settore finanziario avevano raggiunto i $3,87 MD, pari al 17,8% del volume totale dei suoi investimenti in Africa.

–  I gruppi africani hanno iniziato a investire in Cina; a fine 2012, il volume degli IED africani in Cina a $14,242 MD, + 44% rispetto al 2009, con $ 1,388 MD per il solo 2012. Tra i paesi investitori Mauritius, Seychelles, Sudafrica e Nigeria, e riguardavano il petrolchimico, manifatturiero e trasformazione, commercio ingrosso e minuto.

 

 

 

–  Il commercio Cina-Africa di prodotti agricoli, 2009-2012, da $1,58 MD a $2,49 MD, + 57,6%. Le importazioni agricole della Cina, stesso periodo, da $1,16 MD a $2.86 MD, + 146%.

–  Nel 2009-2012 gli IED cinesi agricoli in Africa + 175%, da $30 mn. a $82,7 mn.; gli investimenti hanno fatto aumentare la produttività agricola. La Cina invia anche suoi esperti e tecnici agricoli per insegnare alla popolazione

–  In Rwanda, ad es., il maggior progetto è stato appoggiato dall’African Development Bank e appaltato a imprese cinesi; quanto sarà terminato controllerà i maggiori corsi d’acqua per migliorarne lo sfruttamento.

–  La Cina opera anche nel quadro di agenzie ONU, come United Nations Food and Agriculture Organization (UNFAO) e l’International Fund for Agricultural Development (IFAD)

I paesi interessati dagli investimenti agricoli cinesi vanno dal Rwanda, al Mozambico, alla Rep. del Congo, al Chad.

 

 

 

Infrastrutture

Nel 2012, i gruppi cinesi in Africa hanno terminato appalti di costruzione per $40,83 MD, + 45% sul 2009, pari al 35,02% degli appalti esteri portati a termine dalla Cina. L’Africa è stata per 4 anni di seguito il secondo maggior mercato per appalti esteri.

 

 

 

Alcune delle principali banche commerciali cinesi hanno anche avviato società e attività di credito acquirente in Africa, per la rete elettrica in Ghana, centrali idroelettriche in Etiopia, una superstrada est-ovest in Algeria, etc.

 

 

 

In Angola, è stato assunto ai cinesi un progetto per la riparazione di una ferrovia Est-Ovest.

I gruppi cinesi hanno partecipato in Africa alla costruzione di strutture di comunicazione, fibre ottiche, telefonia fissa, mobile e internet. La rete di fibre ottiche in Tanzania collegherà i suoi maggiori centri tra loro e con sei paesi confinanti, fino alla rete sottomarina nell’’Africa Orientale e meridionale.

 

 

Sanitario

–  Nel 2010-2012, la Cina ha partecipato alla costruzione di 27 ospedali in Ghana, Zimbabwe etc.; ha inviato 43 squadre mediche in 42 paesi africani, che hanno trattato oltre 5,57 mn. di pazienti.

Ambiente

Dal novembre 2009, la Cina ha attuato oltre 100 progetti di energia pulita, compresa la cooperazione tecnologica per il biogas con Tunisia, Guinea e Sudan, centrali idroelettriche in Cameroon, Burundi e Guinea, produzione di energia solare ed in Marocco, Etiopia e Sudafrica.

Aiuti umanitari

–  Nel 2011, China ha fornito aiuti d’emergenza per 50 mn di yuan a Tunisia ed Egitto per i rifugiati nelle aree di confine con la Libia; grano e denaro nel Corno d’Africa per le popolazioni colpite da carestia …

Cultura ed educazione

–  Nel 2010 to 2012, la Cina ha dato 18 743 borse di studio a studenti africani. Venti università cinesi e venti africane hanno iniziato a cooperare; lanciato il Piano di scambi e ricerca congiunti Cina-Africa …

–  Nel 2009 ha lanciato il piano di partenariato Cina-Africa per la Scienza e la Tecnologia. …

Debito

Nel 2010-2012, la Cina ha cancellato 16 debiti dovuti da Mali, Guinea Equatoriale, Cameroon, Benin, Togo, Costa d’Avorio ed altri.

 

 

 

Dal 2011, il governo cinese ha siglato accordi quadro per la cooperazione economica e commercial con l’EAC, Comunità dell’Est Africa, e ECOWAS, Comunità Economica dei paesi dell’Africa Occidentale.

–  La Cina è un paese membro dell’African Development Bank (AfDB), della West African Development Bank, e dell’Eastern and Southern African Trade and Development Bank.

–  La China Development Bank (CDB) ha siglato un accordo per la Cooperazione per il Finanziamento dello Sviluppo con la Development Bank del Sudafrica, ed un accordo per il prestito di 60 milioni di € alla West African Development Bank a sostegno delle PMI, dei paesi dell’Unione Economica e Monetaria dell’Africa Occidentale (WAEMU).

–  La Export-Import Bank of China e la Agricultural Bank of China hanno siglato accordi quadro di con la AfDB per finanziare progetti di infrastrutture e lo sviluppo di PMI.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.