CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA ?

Redazione di Operai Contro, Meno cassa integrazione in deroga nei prossimi tre anni. E per gli anni a seguire non si sa. Nelle scorse settimane il governo ha presentato in Parlamento il decreto che punta a definire con maggior precisione rispetto al passato i criteri di assegnazione della Cig in deroga Ma dietro le nuove regole si nasconde la volontà di risparmiare sugli ammortizzatori sociali: Il testo si compone di otto pagine, cinque articoli abbastanza semplici. Stabilisce i nuovi requisiti, validi dal primo gennaio 2014 (in maniera retroattiva dunque), per accedere alla Cig in deroga. – Il primo è che soltanto i lavoratori con 12 mesi di […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Meno cassa integrazione in deroga nei prossimi tre anni. E per gli anni a seguire non si sa. Nelle scorse settimane il governo ha presentato in Parlamento il decreto che punta a definire con maggior precisione rispetto al passato i criteri di assegnazione della Cig in deroga

Ma dietro le nuove regole si nasconde la volontà di risparmiare sugli ammortizzatori sociali:

Il testo si compone di otto pagine, cinque articoli abbastanza semplici. Stabilisce i nuovi requisiti, validi dal primo gennaio 2014 (in maniera retroattiva dunque), per accedere alla Cig in deroga.

– Il primo è che soltanto i lavoratori con 12 mesi di anzianità in azienda potranno essere ammessi alla richiesta del trattamento.

– Niente ammortizzatori in deroga anche in caso di cessata attività e per tutte le imprese che non rientrano nell’articolo 2082 del codice civile (che include unicamente le attività produttive di beni e servizi).

–  nuovi limiti temporali per la concessione: un massimo di otto mesi nel 2014, ridotti a sei per gli anni 2015 e 2016.

C’è soprattutto la restrizione della platea dei beneficiari.

Troppe le tipologie di lavoratori esclusi: dagli apprendisti agli interinali, passando per glistudi professionali (che non a caso sono già sul piede di guerra). E poi il requisito dei 12 mesi di anzianità in azienda penalizza i neoassunti, che quasi sempre coincidono con i più giovani.

Gli operai sono avvisati da oggi licenziamento immediato

Un apprendista

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.