OPERAI ELECTROLUX

Redazione di Operai Contro, Operai Electrolux che state vivendo giornate intense e drammatiche per contrastare il “piano Polonia, a voi va la piena solidarietà e sostegno da parte di tutti gli operai delle altre fabbriche che osservano l’evolversi della vostra situazione e della lotta che state affrontando contro il ricatto della multinazionale olandese che vuole trasferire la produzione all’estero. La vostra lotta è anche la nostra lotta, vi incoraggiamo a dire no e quindi a rifiutare la proposta dell’accordo che hanno proposto Unindustria  insieme a politici regionali ed economisti rinomati di tagliare del 20 % i vostri salari per abbassare il costo del lavoro. Operai Electrolux respingete senza la minima […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Operai Electrolux che state vivendo giornate intense e drammatiche per contrastare il “piano Polonia, a voi va la piena solidarietà e sostegno da parte di tutti gli operai delle altre fabbriche che osservano l’evolversi della vostra situazione e della lotta che state affrontando contro il ricatto della multinazionale olandese che vuole trasferire la produzione all’estero.

La vostra lotta è anche la nostra lotta, vi incoraggiamo a dire no e quindi a rifiutare la proposta dell’accordo che hanno proposto Unindustria  insieme a politici regionali ed economisti rinomati di tagliare del 20 % i vostri salari per abbassare il costo del lavoro.

Operai Electrolux respingete senza la minima esitazione il ricatto e la minaccia del licenziamento di 1200 dipendenti a causa della prevista chiusura totale dello stabilimento di Porcia, non firmate accordi che prevedono compromessi che a lungo termine dove chi ci rimette siete solo voi operai.

Operai Electrolux, non date adito alle forze istituzionali e ai partiti politici di interferire nella conduzione delle vostre iniziative di lotta, decidete in modo indipendente cosa fare, cacciate i sindacalisti mazzettari che vi scoraggiano e gli intellettuali che diconoi che bisogna rassegnarsi.

Operai Electrolux resistete, non accettare la riduzione dello stipendio a 800 euro al mese significa anche non permettere ai padroni di altre aziende italiane di emulare questo ricatto inaccettabile.

Bene avete fatto ieri mattina a proclamare scioperi per tutta la giornata e ha manifestare con blocchi stradali, organizzatevi e unitevi nelle proteste con gli operai delle altre fabbriche del gruppo Electrolux e soprattutto non escludete la possibilità del sostegno degli operai di tutte le altre fabbriche.

La lotta è appena iniziata , continuate ad agire in proprio, bloccando le merci, se necessario anche occupando la fabbrica.

Operai Electrolux, i padroni olandesi sono come i padroni italiani, vogliono entrambi la sottomissione totale degli operai con maggior sfruttamento e minor salario alla pari degli operai polacchi.

Un gruppo di operai di Milano.

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.